portale aduc testata sostienici
pay-off
prima paginaprima pagina l'associazione canali di' la tua sos online
naviga
attivare javascript per navigare in questo sito!
cerca
Liberta' espressione. Dichiarazioni omofobe dell’assessore leccese sbagliate, ma non si gridi vendetta!
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Alessandro Gallucci
8 gennaio 2012 16:43
 
Giuseppe Ripa, assessore ai Trasporti della citta' di Lecce, dal suo profilo facebook, ha definito 'signorina' il Governatore della Regione Puglia, Nichi Vendola aggiungendo che secondo lui l'omosessualita' e' una 'turba psichica'. Ci rammarichiamo che un rappresentante delle istituzioni, cioe’ di tutti i cittadini, faccia dell’omofobia uno strumento di scontro politico. L’assessore dovrebbe meditare bene sulla stupidaggine detta e fare pubblica ammenda chiedendo scusa, non solamente al presidente Vendola ma anche a tutte le persone offese dal suo comportamento. Fatto cio’ sarebbe logico che Ripa presentasse le sue dimissioni visto che da un assessore ci si attendono azioni politiche concrete e non strali razzisti.
Allo stesso modo, pero’, colpisce in negativo anche la reazione scomposta dei tanti che non preferiscono chiedere direttamente all’assessore un passo indietro ma si rivolgono al Sindaco della citta' di Lecce, Paolo Perrone, che ha preso ufficialmente le distanze dalle esternazioni del proprio assessore, per chiederne la revoca, addirittura con una petizione pubblica. Lo strumento della revoca del mandato assessorile deve essere utilizzato per i suoi fini naturali, ossia quelli di rimuovere una persona a causa di scontri nell’azione politica che non possono essere rappresentati dal pensiero d’una persona. La liberta’ d’espressione va difesa sempre e comunque in maniera strenua e le leggi non possono essere utilizzate come arma istituzionale per punire l’espressione d’un opinione, per quanto turpe questa possa essere. Cio’ rappresenta l’ABC della dialettica democratica che i difensori dell’art. 21 della Costituzione dovrebbero tenere bene in mente. Ci auguriamo che chi si agita per difendere la liberta’ d’espressione quando i suoi pensieri sono malvisti ed ostacolati, abbia la sensibilita’ di capire che lo stesso concetto vale anche nell’ipotesi opposta.
Pubblicato in:
Consulenza
Ufficio reclami
COMUNICATI IN EVIDENZA
12 gennaio 2012 10:01
Taxi. Perche' si compra la licenza?
9 gennaio 2012 9:25
Vacanze rovinate. Cosa fare
8 gennaio 2012 16:43
Liberta' espressione. Dichiarazioni omofobe dell’assessore leccese sbagliate, ma non si gridi vendetta!
Donazioni
TEMI CALDI
23 aprile 2014 (1 post)
Groupon, attenzione alle offerte per imbiancare la casa
23 aprile 2014 (1 post)
telecom italia
22 aprile 2014 (3 post)
RSA. Nuovo ISEE e determinazione della quota sociale: cosa cambia
22 aprile 2014 (1 post)
Fondo immobiliare Socrate
22 aprile 2014 (1 post)
servizi H3G
22 aprile 2014 (5 post)
Padre uccide figlio tossicodipendente in ospedale, e si suicida
22 aprile 2014 (11 post)
I fondi comuni a gestione attiva fanno peggio del mercato? Sì, ma le brutte notizie non sono finite...
21 aprile 2014 (6 post)
Fecondazione assistita. Smantellata una legge crudele
13 aprile 2014 (69 post)
Ministro Lorenzin: la droga fa male
23 marzo 2014 (44 post)
Da San Patrignano no a legalizzazione cannabis
12 aprile 2014 (44 post)
Acquisto online
16 aprile 2014 (32 post)
Energie rinnovabili? Si', grazie
18 aprile 2014 (30 post)
Legalizzazione cannabis. No della Regione Lombardia
27 febbraio 2014 (29 post)
Azioni antidroga polizia a scuola Bologna. Protestano studenti
18 aprile 2014 (29 post)
Un spinello fa male quanto 20 sigarette. Dpa
7 marzo 2014 (27 post)
Legge Fini-Giovanardi, dalla Corte Costituzionale un gravissimo J'accuse al legislatore
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori