testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - No al carcere per tossicodipendenti. DPA
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
20 aprile 2012 19:36
 
'Riformare il sistema di giustizia criminale nei confronti delle persone tossicodipendenti (e cioe' affetti da una vera e propria malattia quale e' la dipendenza da sostanze stupefacenti che il Dpa considera prevenibile, curabile e guaribile) che abbiano commesso reati in relazione al loro stato di malattia'. E' la proposta del Dipartimento antidroga della presidenza del Consiglio, presentata lunedi' scorso a Bruxelles durante la riunione del Gruppo Orizzontale droga al Consiglio Europeo, e cha ha visto la partecipazione di tutti i paesi europei. "La delegazione italiana -si legge in una nota- oltre alle altre varie proposte che miravano a promuovere maggiormente il tema della prevenzione nei giovani rendendola sempre piu' precoce e una maggiore valorizzazione del recupero sociale lavorativo delle persone tossicodipendenti in trattamento, ha presentato una importante proposta relativa al problema dei tossicodipendenti in carcere".
La nuova strategia, si legge ancora, prende le mosse dalla "necessita' che i vari Stati possano riformare il sistema di giustizia criminale nei confronti delle persone tossicodipendenti, e cioe' affetti da una vera e propria malattia, che abbiano commesso reati in relazione al loro stato di malattia". Questo 'per evitare la carcerazione attraverso interventi alternativi, da attivare gia' durante la fase del processo per direttissima, di cura e riabilitazione "controllate e gestite" in regime extracarcerario con l'ausilio dei servizi pubblici e delle comunita' terapeutiche'.
Il capo del Dpa, Giovanni Serpelloni, ricorda che "il nostro dipartimento da tempo ha attivato un progetto e delle linee di indirizzo per incrementare l'uscita dal carcere delle persone tossicodipendenti che abbiano i requisiti previsti dalla legge. Questo e' un problema molto importante e prioritario che abbiamo fatto presente anche a livello europeo. Purtroppo - prosegue Serpelloni - le persone tossicodipendenti commettono molto piu' frequentemente reati della popolazione generale in quanto vengono spesso coinvolti in traffico e spaccio e in altre attivita' criminali violente".
Pubblicato in:
NOTIZIE IN EVIDENZA
20 aprile 2012 19:36
ITALIA - No al carcere per tossicodipendenti. DPA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori