portale aduc testata sostienici
pay-off
prima paginaprima pagina l'associazione canali di' la tua sos online
naviga
attivare javascript per navigare in questo sito!
cerca
 ITALIA - ITALIA - Staminali. Nuovo farmaco per guarire dopo infarto
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
31 maggio 2012 13:18
 
Nuovi farmaci, frutto della ricerca sulle cellule staminali embrionali, per stimolare la proliferazione delle cellule cardiache. E' l'obiettivo di Mark Mercola, del Burnham Institute di San Diego che, durante il congresso 'Frontiers in Cardiac and Vascular Regeneration', organizzato dall'ICGEB (International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology) a Trieste, ha fatto il punto sulle sue ricerche. Mercola, esperto di embriologia del cuore, ovvero lo studio dei meccanismi con cui il cuore si forma durante lo sviluppo embrionale, sta cercando nuovi farmaci per stimolare una rigenerazione cardiaca.
Una ricerca eseguita con metodi robotizzati ad alta processivita' in grado di fare lo screening di milioni di composti chimici. Il suo laboratorio, infatti, e' uno dei centri riconosciuti dall'NIH americano per la ricerca di nuovi farmaci utilizzando queste tecnologie robotizzate. "Mi sono interessato della rigenerazione del cuore dell'adulto - ha spiegato Mercola - ma per studiare questo processo e' importante capire come si forma il cuore nell'embrione. L'idea e' di riattivare le cellule staminali per stimolare di nuovo i cardiomiociti dopo un infarto ma visto che non si sa come far proliferare le cellule staminali nel cuore di una persona adulta studiamo le cellule staminali nell'embrione oppure quelle derivate dal tessuto di persone adulte e riprogrammate per ricreare le cellule come quelle staminali embrionali". Un aspetto molto importante "perche' per creare la terapia bisogna studiare le cellule che arrivano dall'adulto". Al momento, ha aggiunto, "abbiamo una serie di composti chimici che possiamo aggiungere per stimolare la proliferazione e la differenziazione delle cellule staminali".
La ricerca, condotta in laboratorio sui topi, prevede "l'inserimento di cellule staminali nel cuore per rigenerare l'organo stesso attraverso una terapia molecolare, un farmaco da prendere dopo l'infarto", ha spiegato l'esperto. Un farmaco, insomma, ha concluso Mercola, che "possa ricreare e ristimolare i cardiomiociti per far 'guarire' definitivamente il cuore".
Pubblicato in:
Consulenza
Ufficio reclami
NOTIZIE IN EVIDENZA
31 maggio 2012 13:18
ITALIA - Staminali. Nuovo farmaco per guarire dopo infarto
Donazioni
TEMI CALDI
16 aprile 2014 (8 post)
Droga, la parola ai consumatori
16 aprile 2014 (5 post)
Droghe e DPA. Radicali a primo ministro: sostituire Serpelloni e convocare conferenza nazionale
16 aprile 2014 (1 post)
I fondi comuni a gestione attiva fanno peggio del mercato? Sì, ma le brutte notizie non sono finite...
16 aprile 2014 (5 post)
Fecondazione assistita. Smantellata una legge crudele
16 aprile 2014 (4 post)
Serve lobby della scienza contro stregoni. Ministro Salute Lorenzin
16 aprile 2014 (4 post)
Come il nostro computer ci manipola. Cookie e consumatori
16 aprile 2014 (3 post)
Avron di Bratislava. Un punto fermo dell'Antitrust che sospende la loro illecita attivita'
16 aprile 2014 (1 post)
Marijuana. I pericoli per i consumatori occasionali. Studio
13 aprile 2014 (69 post)
Ministro Lorenzin: la droga fa male
23 marzo 2014 (62 post)
Da San Patrignano no a legalizzazione cannabis
12 aprile 2014 (44 post)
Acquisto online
16 aprile 2014 (34 post)
Energie rinnovabili? Si', grazie
27 febbraio 2014 (29 post)
Azioni antidroga polizia a scuola Bologna. Protestano studenti
21 marzo 2014 (29 post)
Legalizzazione cannabis. No della Regione Lombardia
7 marzo 2014 (27 post)
Legge Fini-Giovanardi, dalla Corte Costituzionale un gravissimo J'accuse al legislatore
26 febbraio 2014 (27 post)
Un spinello fa male quanto 20 sigarette. Dpa
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori