testata ADUC
Le esternazioni anti umane e anti animaliste del capo del Vaticano
Scarica e stampa il PDF
25 novembre 2023 10:20
 

Ma che fai, ti metti ad interloquire col papa cattolico romano? Suvvia. Non c’è interlocuzione con chi esternalizza i dogmi e i principi di una fede. Già la competizione, per te che non conti nulla, non c'è coi comuni mortali che governano o amministrano la tua vita, a meno che non fai parte di qualche congrega che si prostra ai loro diktat e accetti la loro carità, figurati col capo spirituale di una fede religiosa. Tornatene a casa.
Questo mi ha detto stamane l’uccellino al mio desiderio di “mettere le birbe alla berlina” per alcune esternazioni di papa Francesco.
Ma ho pensato: il mio Stato, ed io direttamente, questa fede religiosa, insieme ad altre, la paghiamo con l’8 per mille. E poi, l’art.7 della mia Costituzione, inserisce questa religione nel mio patto civico per eccellenza. Inoltre il Vaticano è uno Stato a tutti gli effetti, tant’è che all’Onu ha lo status di Osservatore Permanente di Stato non membro. E poi, d’accordo che esternalizza “cose” religiose, ma lo stesso fa anche l’Iran, l’Afghanistan e il cosiddetto governante della striscia di Gaza, Hamas e i vari “partiti di dio” in giro per il Pianeta.

Fatta questa premessa, lo dico, “metto le birbe alla berlina”.
Papa Francesco ha detto che “sembra che le famiglie italiane preferiscano i cagnolini ai figli”, per cercare di motivare la filiazione rispetto al calo di natalità, nel Paese (Italia) che lo ospita, non certo nel mondo che i figli abbondano quanto le stoltezze che escono da molte bocche, … quel calo di natalità che secondo lui sarebbe base di molti problemi (ieri lo ha detto a rappresentanti dei terremotati italiani del 2016-17 del centro-Italia, in processione/audizione nel suo ufficio per sentirsi meno male di fronte alle inadempienze dello Stato italiano verso di loro). 
A parte lui e il suo Stato che praticano l’astinenza da figli e sessualità e affetti di coppia, e dove le donne sono di serie Z rispetto agli uomini, e che danno indicazioni su come comportarsi… a parte questo, sembra che questo capo di Stato abbia molto da informarsi, capire e studiare sui cagnolini nelle famiglie italiane. 
Cani al posto dei figli? La fesseria del secolo. E non è la prima volta che il capo vaticano dice una cosa del genere. Pronunciata da chi sembra proprio che non abbia cani e cagnolini nella propria vita.  Soprattutto visto che questi cani e cagnolini sono spesso in famiglie con figli (che sembra che coi cani in casa crescano anche meglio) e quando non sono famiglie con figli, sono tutt’altro che alternativa agli stessi figli… ci immaginiamo una persona sola che ha un cane e che cerchi di adottare un bimbo…. impossibile, anche se avesse i requisiti di età e di reddito.

Beh certo, questo lo diciamo noi, ma  se lo dice il papa vaticano, vuoi mettere?

Qui il video sul canale YoyTube  di Aduc
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS