testata ADUC
Contraffazione. Domani la giornata nazionale. I farmaci. Le proposte dell'Aduc
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
6 luglio 2010 11:46
 
  Si celebra domani la "Giornata nazionale anticontraffazione" e l'occasione e' utile per affrontare la questione dei farmaci venduti via Internet. Circa la meta' dei siti Internet che vendono farmaci a prezzi stracciati, il piu' delle volte senza bisogno di ricetta medica, rappresenta in realta' una vera e propria 'esca' di pirati informatici, che mirano a infettare i computer degli utenti, a sottrarre identita' digitali e dati o a clonare le carte di credito utilizzate per il pagamento a scopi criminali. "Il traffico dei farmaci sta diventando piu' redditizio di quello della droga, ha dichiarato Gianluca Scarponi, dirigente della divisione Politiche per la lotta alla contraffazione del ministero dello Sviluppo economico". Proprio ieri abbiamo diffuso un comunicato di apprezzamento della dichiarazione del ministro della Salute Ferruccio Fazio per dare "un via libera dell'Italia, a fronte di precise garanzie, alle farmacie online per la vendita dei farmaci senza ricetta". Quasi due italiani su cinque (il 37% dei cittadini, solo i tedeschi ci superano in Europa) acquistano farmaci attraverso canali illeciti, soprattutto Internet, principalmente farmaci per perdere peso, anti-influenzali, per la disfunzione erettile, per smettere di fumare e antidolorifici che sono pericolosi. Infatti, possono contenere sostanze tossiche non presenti nel farmaco autentico, oppure avere concentrazioni erronee di principio attivo o non contenere affatto il principio attivo. Il pericolo non e' remoto, infatti si stima che tra il 50 e il 90% dei farmaci acquistabili online (Internet e' il canale piu' battuto) siano falsi. Noi riteniamo che sarebbe opportuno legalizzare e controllare la vendita online di farmaci, affinché i milioni di italiani, che oggi non rinunciano all'acquisto via Internet, abbiano una possibilità di farlo in modo sicuro e controllato. Nel giugno dello scorso anno gia' proponevamo questa opportunita' per i cittadini. In questo senso, d'intesa con la senatrice Donatella Poretti, stiamo predisponendo un apposito disegno di legge.
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori