testata ADUC
Roma e taxi. Abolire la tariffa fissa per Fiumicino. Lettera ad Alemanno e Canapini
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
20 luglio 2010 11:41
 
 Abolire la tariffa fissa delle corse dei taxi Fiumicino-Roma. E' questo il senso della lettera inviata ai sindaci di Roma, Gianni Alemanno e a quello di Fiumicino, Mario Canapini. I motivi sono evidenti. Il primo e' quello di eliminare la differenza di tariffa tra quella applicata da un tassista con la licenza del Comune di Fiumicino (60 euro) e quella di un tassista con licenza del Comune di Roma (40 euro). Situazione ridicola da Paese di Arlecchino e Pulcinella. Il secondo motivo e' quello relativo al fatto che la fissazione di tariffe alla fine danneggia il consumatore che dovrebbe pagare per l'effettivo percorso e tempo impiegato. Infatti, la tariffa fissa a 40 euro si intende applicata per percorsi Fiumicino aeroporto e Roma, entro le mura Aureliane (non meglio identificate) che hanno un ampio diametro. Il viaggiatore che si ferma appena al di la' della prima cinta delle mura Aureliane e' costretto a pagare per un servizio di cui non usufruisce. A maggior ragione tale motivazione si applica alla tariffa di 60 euro applicata dai tassisti con licenza del Comune di Fiumicino. Su questo argomento e' stata depositata una interrogazione della senatrice Donatella Poretti (1) e, recentemente, e' intervenuta l'Antitrust.
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori