testata ADUC
 U.E. - U.E. - Pannelli solari. Dazi del 47% su quelli cinesi
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
8 maggio 2013 15:30
 
 La Commissione europea ha deciso oggi di imporre dazi provvisori intorno al 47% sui pannelli solari importati dalla Cina "in modo da riequilibrare il mercato," secondo quanto riferito da una fonte Ue.
Bruxelles accusa la Cina di vendere in Europa pannelli a prezzi inferiori a quelli del mercato cinese (dumping) e sospetta che Pechino fornisca ai produttori di pannelli solari sussidi illegali. Gli stati membri Ue saranno informati dalla Commissione su questa proposta il prossimo 15 maggio, ma a questo stadio non potranno opporsi ai dazi. La misura sara' attuata entro il 6 giugno, data in cui scadono i tempi per l'indagine provvisoria Ue. Entro dicembre l'Ue decidera' sull'imposizione di eventuali dazi definitivi, e a quel punto servira' un voto a livello di Consiglio Ue. Gli stati membri sono comunque in netta maggioranza favorevoli alla misura, fortemente voluta dai tedeschi che hanno la principale industria europea di produzione di pannelli solari. Il caso e' stato portato all'attenzione della Commissione europea proprio da un gruppo tedesco, SolarWorld, che tramite una partecipata ha portato lo stesso caso davanti alle autorita' antitrust americane, ottenendo anche li' l'imposizione di dazi. In conseguenza della misura, i prezzi dei pannelli aumenteranno in Europa e questo potrebbe avere un impatto negativo sul mercato dei servizi di installazione e di manutenzione degli impianti fotovoltaici.
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori