testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Codice strada. Approvata in Senato riforma definitiva
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
28 luglio 2010 12:36
 
Con 145 voti a favore, nessun contrario e 122 astenuti l'assemblea del Senato ha approvato in via definitiva il ddl di riforma del condice della strada, che ora diventa legge con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Hanno votato a favore Pdl e Lega, si sono astenuti Pd, Idv, Udc.

TEST ANTI-ALCOOL E SOSTANZE STUPEFACENTI 
Le novita' maggiori riguardano l'alcol, la causa numero uno, prima della stanchezza e alla distrazione, degli incidenti mortali. I destinatari delle nuove regole sono soprattutto i giovani e i neopatentati. Questi ultimi dovranno fare un test obbligatorio, ma per i successivi tre anni, se verranno sorpresi alla guida in uno stato di alterazione, saranno multati e privati di punti patente.
Inoltre per i neopatentati di eta' inferiore a 21 anni, niente piu' auto potenti: saranno accessibili, solo le utilitarie, niente auto di potenza superiore ai 70 Kw/t.
Per i conducenti professionali (taxi, bus, camion e tir) la norma e' ancora piu' restrittiva: test antidroga per il rinnovo della patente. Ritiro o licenziamento se trovati alla guida in stato di ebbrezza. La stessa certificazione antidroga serve ogni volta che la patente debba essere rinnovata da parte degli autisti.

CONTRAVVENZIONI 
Stato ed enti locali si divideranno al 50 per cento gli introiti derivanti dalle multe, con la precisazione che entrambi i soggetti dovranno destinare la somma a finalita' di sicurezza stradale.
I tempi di notifica delle contravvenzioni saranno dimezzati: si passera' dai 150 giorni attuali a 60 giorni dopo di che la multa scade. Ai contravventori con un reddito annuo non superiore ai 15mila euro sara' concesso di poter pagare la multa a rate, ma solo se supera i 200 euro.
Il nuovo Codice prevede, inoltre, la possibilita' per gli autotrasportatori italiani di effettuare immediatamente, nelle mani dell'agente accertatore, il pagamento in misura ridotta della sanzione. Questo consentira' di non incorrere nel fermo amministrativo del veicolo. 

ETILOMETRO OBBLIGATO NEI LOCALI 
Dopo le tre di notte, nessun locale potra' piu' vendere alcolici. In autostrada il divieto scattera' dalle 22 per i superalcolici (con multe previste da 2.500 a 7.000 euro) e dalle 2 del mattino per birra e vino (le multe andranno dai 3.500 fino ai 10.500 euro). Per gli esercenti, sara' obbligatorio possedere un etilometro, da mettere a disposizione dei clienti, per una prova prima di mettersi al volante. E' inoltre previsto che chi sara' condannato per incidenti commessi in stato di ebbrezza possa essere affidato ai servizi sociali, a scopo rieducativo.

PERDITA DEI PUNTI DELLA PATENTE 
Se in un anno si perdono 15 punti per aver commesso per tre volte la stessa infrazione, non bastera' pagare le multe relative, si dovra' ricominciare dalla scuola guida e dai relativi esami. Il nuovo Codice riporta una fitta casistica con le relative perdite di punti, tutte quasi raddoppiate.

Costera' piu' caro: parlare al telefonino, non rispettare i pedoni che attraversano passando sulle strisce, invadere le soste riservate ai disabili, guidare sulle corsie preferenziali e non lasciare la strada a polizia e ambulanze. Ed inoltre e' previsto il ritiro a vita della patente a chi abbia commesso per due volte un omicidio colposo causato dal mancato rispetto del codice della strada.

SCATOLA NERA E CASCO ELETTRONICO 
Sara' introdotta la "scatola nera" sulle auto, cioe' il registratore delle manovre che consentira' di capire chi si e' comportato bene e chi no. La sperimentazione iniziera' entro l'estate su 500 auto, a Torino, Roma e Napoli. Similmente partira' la sperimentazione del "casco elettronico" per i motociclisti: in caso di incidente, consentira' di dare l'allarme e farsi localizzare.

La norma introduce anche la guida accompagnata per i minori che abbiano compiuto 17 anni e siano titolari della patente A e che vogliano esercitarsi nella scuola guida sotto la tutela di un adulto. Viene innalzata a 68 anni (da 65) l'eta' entro la quale si puo' condurre un mezzo pubblico. 

MINI-STRETTA PER LE MINCAR 
Diventeranno obbligatorie le cinture di sicurezza per guidatore e passeggero, le multe per chi "trucca" il motore saranno piu' salate (fino a 1.556 per il meccanico e fino a 594 euro per il proprietario). Se qualcuno provera' a non fare le revisioni previste le multe andranno da 1.800 a oltre 7mila euro, con fermo obbligatorio di 90 giorni.

TARGA PERSONALE 
Le targhe diventeranno personali e non legate ai veicoli. Nuove norme contro le intestazioni fittizie dei mezzi.

PEDONI 
Meno 8 punti, contro i 5 precedenti, per chi non rispettera' i pedoni che attraversano sulle strisce. Se queste non ci sono o non sono visibili, la sanzione e' piu' bassa ma raddoppiata. Chi non lascia passare auto della polizia o ambulanze perdera' 5 punti.

VELOCITA' IN AUTOSTRADA 
Il limite rimane a 130 km/h. Le societa' concessionarie potranno alzarlo a 150 km/h, ma solo nei tratti a tre corsie con "sistema tutor" e in condizioni meteo favorevoli.

DIVERSAMENTE ABILI 
Previste agevolazioni fiscali per l'acquisto di autoveicoli.
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori