testata ADUC
ROMA. Olimpiadi 2020? No grazie! Appello al presidente Monti
Comunicato di Primo Mastrantoni
31 gennaio 2012 10:43
 
 Olimpiadi a Roma nel 2010? No, grazie! E' lo slogan che possiamo adottare per gli anti-olimpiadi a Roma nel 2020. Il passato dovrebbe dare qualche indicazione per il futuro: i Mondiali di Calcio del '90 e i Mondiali di Nuoto del 2009. Vent'anni di disastri, di ritardi a non finire e di soldi pubblici, ovvero dei contribuenti, gettati dalla finestra. L'ultimo esempio? Il Polo Natatorio (citta' dello Sport) che doveva inaugurare i Mondiali di Nuoto del 2009 e', a tutt'oggi gennaio 2012, in costruzione: servono, infatti, altri 500 milioni; all'epoca, per sopperire alle carenze di piscine si ricorse ai Circoli sportivi per consentire le gare e le esercitazioni degli atleti. E' finita che i Circoli ampliarono a proprie spese le piscine, con l'autorizzazione del Commissario straordinario i cui poteri, pero', furono contestati dalla magistratura che sequestro' gli impianti. Storia kafkiana. Si dice che le Olimpiadi del 2020 porteranno investimenti per 13 miliardi, gia', intanto 4,6 saranno pubblici, cioe' pagati da noi, il resto si vedra'. Urge un appello al presidente del Consiglio, Mario Monti: guardi al passato. Si convincera' che non e' proprio il caso di promuovere le Olimpiadi a Roma.
Pubblicato in:
COMUNICATI IN EVIDENZA
31 gennaio 2012 10:43
ROMA. Olimpiadi 2020? No grazie! Appello al presidente Monti
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori