portale aduc testata sostienici
pay-off
prima paginaprima pagina l'associazione canali di' la tua sos online
naviga
attivare javascript per navigare in questo sito!
cerca
 ITALIA - ITALIA - Cannabis terapeutica. Il plauso e l'impegno dell'ACT
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
4 maggio 2012 19:11
 
L’approvazione della Legge Regionale della Regione Toscana “Disposizioni organizzative relative all’utilizzo di talune tipologie di farmaci nell’ambito del servizio sanitario regionale”, e che riguarda l’uso dei cannabinoidi, rappresenta un significativo passo avanti verso un appropriato uso terapeutico di tali sostanze. A ben vedere, è paradossale la risonanza mediatica che ha avuto la notizia: dopo tutto si tratta di una legge molto tecnico-scientifica, che riguarda un aspetto particolare di terapia, razionalizzando quanto in realtà già previsto dalle vigenti leggi nazionali, e introducendo solo alcune (ma importanti) facilitazioni procedurali. Con questa legge si fornisce ai medici una ulteriore possibilità di trattare la sofferenza dei loro pazienti, in base alle evidenze scientifiche che si vanno accumulando ogni giorno di più da quando, negli ultimi anni, si è dimostrata l’esistenza e l’importanza del sistema endocannabinoide. Il nostro organismo, cioè, produce normalmente delle sostanze simili, nell’azione, a quelle contenute nella Cannabis, per la qual cosa risulta naturale che modulando tale sistema mediante farmaci cannabinoidi si possano avere delle variazioni fisiologiche e delle risposte terapeutiche. Gravi patologie, quali la sclerosi multipla, il tumore, l’AIDS, possono trovare sollievo sintomatico dall’uso di questi medicinali. Varie altre malattie hanno dimostrato di rispondere clinicamente in maniera positiva. Da anni sono presenti all’estero farmaci cannabinoidi, da anni il THC (principale principio attivo della Cannabis) è riconosciuto dalla legge italiana tra le sostanze prescrivibili e dotate di efficacia terapeutica. L’Associazione Cannabis Terapeutica, che ha contribuito alla stesura della Legge (assieme all’associazione Pazienti Impazienti Cannabis e associazione Luca Coscioni), auspica un approccio alla questione che sia scientifico e non ideologico: l’ideologia fece sì a suo tempo che ci si rifiutasse di guardare nel cannocchiale di Galileo, vorremmo che oggi non ci si rifiutasse di leggere la letteratura medica.
Come pazienti vogliamo che ai nostri medici sia concessa la libertà di cura; come medici non vogliamo che sia l’ideologia a vietarci di curare, secondo scienza e coscienza, i nostri pazienti.

ACT - Associazione cannabis terapeutica

Pubblicato in:
Consulenza
Ufficio reclami
NOTIZIE IN EVIDENZA
4 maggio 2012 19:11
ITALIA - Cannabis terapeutica. Il plauso e l'impegno dell'ACT
Donazioni
TEMI CALDI
19 aprile 2014 (1 post)
Via libera del Congresso alle Forze Armate per combattere i narcos in alcune zone
19 aprile 2014 (1 post)
iscrizioni ipotecarie Equitalia
19 aprile 2014 (10 post)
I fondi comuni a gestione attiva fanno peggio del mercato? Sì, ma le brutte notizie non sono finite...
19 aprile 2014 (3 post)
Padre uccide figlio tossicodipendente in ospedale, e si suicida
18 aprile 2014 (30 post)
Legalizzazione cannabis. No della Regione Lombardia
18 aprile 2014 (15 post)
Cani antidroga scuole Chieti: tre studenti con marijuana...
18 aprile 2014 (1 post)
Italcogim energie. Contratti truffaldini? Ricorso Antitrust per pratica commerciale scorretta
18 aprile 2014 (7 post)
Droghe e DPA. Radicali a primo ministro: sostituire Serpelloni e convocare conferenza nazionale
13 aprile 2014 (69 post)
Ministro Lorenzin: la droga fa male
23 marzo 2014 (53 post)
Da San Patrignano no a legalizzazione cannabis
12 aprile 2014 (44 post)
Acquisto online
16 aprile 2014 (32 post)
Energie rinnovabili? Si', grazie
18 aprile 2014 (30 post)
Legalizzazione cannabis. No della Regione Lombardia
27 febbraio 2014 (29 post)
Azioni antidroga polizia a scuola Bologna. Protestano studenti
18 aprile 2014 (29 post)
Un spinello fa male quanto 20 sigarette. Dpa
7 marzo 2014 (27 post)
Legge Fini-Giovanardi, dalla Corte Costituzionale un gravissimo J'accuse al legislatore
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori