portale aduc testata sostienici
pay-off
prima paginaprima pagina l'associazione canali di' la tua sos online
naviga
attivare javascript per navigare in questo sito!
cerca
 CINA - CINA - Staminali contro lacerazioni del viso
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
20 settembre 2012 11:20
 
Lanciata in Cina con successo una nuova tecnologia che consente la ricostruzione di volti gravemente sfigurati utilizzando la pelle dei pazienti e con l'ausilio delle cellule staminali. Lo riferisce lo Shanghai Daily. La notizia ha suscitato molto interesse soprattutto perche' si tratta di una alternativa alla tecnica tradizionale che utilizza per le ricostruzioni la pelle dei cadaveri. Secondo quanto hanno fatto sapere i medici dell'Ospedale del Popolo di Shanghai, che hanno iniziato ad utilizzare la nuova procedura, i pazienti trattati finora in questo modo sono stati piu' di 60.
Sette i casi piu' complessi, i cui volti erano quasi totalmente sfigurati. Di questi sette, in sei casi gli interventi sono perfettamente riusciti. Solo in un caso il successo non e' stato completo perche' parte del tessuto utilizzato e' morto. Tra le persone che hanno deciso di sperimentare la nuova tecnica soprattutto donne il cui volto era stato sfigurato da acido solforico, persone che hanno perso il naso durante una colluttazione e gravi ustionati. La procedura prevede la rimozione di alcuni vasi sanguigni dalla gamba del paziente per ricostruire una rete di tessuto e trapiantarla in un'altra parte del corpo, di solito la parte superiore del torace. In una seconda fase i medici utilizzano un dilatatore per espandere la pelle e iniettano cellule staminali del paziente stesso per aiutare i tessuti a rinforzarsi e per stimolare la crescita dei vasi sanguigni. Ossa morbide che sono modellate in linea con lo scheletro facciale per formare l'osso mascellare superiore e il naso vengono infine trapiantate sotto la pelle del viso nuovo.
Infine, il nuovo volto viene trapiantato sul volto sfigurato. Il volto nuovo, che e' sottile e composto da un intero pezzo di pelle viva, si unira' con i muscoli facciali, dando cosí al paziente espressioni e motilita' del viso quanto piu' naturali e' possibile. Come ha spiegato Li Qinfeng, leader del team medico che ha sviluppato la nuova tecnica, l'intero procedimento necessita almeno 6-8 mesi.
Pubblicato in:
Consulenza
Ufficio reclami
NOTIZIE IN EVIDENZA
20 settembre 2012 11:20
CINA - Staminali contro lacerazioni del viso
20 settembre 2012 11:03
 COLOMBIA - COLOMBIA - Arrestata narcononna
Donazioni
TEMI CALDI
17 aprile 2014 (12 post)
Droga, la parola ai consumatori
17 aprile 2014 (1 post)
Droghe. Multe più basse e niente carcere per lo spaccio di lieve entità. Commissione Camera
17 aprile 2014 (5 post)
I fondi comuni a gestione attiva fanno peggio del mercato? Sì, ma le brutte notizie non sono finite...
17 aprile 2014 (1 post)
Rette per Residenze Sanitarie Assistenziali. Nuovo ISEE: chi paga?
17 aprile 2014 (1 post)
Tlc e cattivi-pagatori. Verso la banca dati... un nuovo strumento dei gestori per vessare gli utenti?
17 aprile 2014 (1 post)
Discussione legge droga in commissione Giustizia. Lite nella maggioranza
17 aprile 2014 (2 post)
IL consumo di droga e' emergenza nazionale. Ministro Salute
17 aprile 2014 (6 post)
Droghe e DPA. Radicali a primo ministro: sostituire Serpelloni e convocare conferenza nazionale
13 aprile 2014 (69 post)
Ministro Lorenzin: la droga fa male
23 marzo 2014 (62 post)
Da San Patrignano no a legalizzazione cannabis
12 aprile 2014 (44 post)
Acquisto online
16 aprile 2014 (34 post)
Energie rinnovabili? Si', grazie
27 febbraio 2014 (29 post)
Azioni antidroga polizia a scuola Bologna. Protestano studenti
21 marzo 2014 (29 post)
Legalizzazione cannabis. No della Regione Lombardia
7 marzo 2014 (27 post)
Legge Fini-Giovanardi, dalla Corte Costituzionale un gravissimo J'accuse al legislatore
26 febbraio 2014 (27 post)
Un spinello fa male quanto 20 sigarette. Dpa
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori