testata ADUC
Come calcolare l’età del proprio gatto
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
3 giugno 2020 15:58
 
L'aspettativa di vita di un gatto varia tra 13 e 17 anni a seconda della specie e delle condizioni di vita. Un'età relativamente avanzata se la confrontiamo con l'equivalente di un uomo. Grazie alla nostra infografica, calcola facilmente l'età "umana" del tuo gatto.

Di solito diciamo che un anno nella vita di un gatto equivale a sette anni di vita umana. In realtà, è un po' più complicato di così, perché il gatto raggiunge un'età matura più rapidamente dell'essere umano. Si stima quindi che un gatto di 12 mesi corrisponda a un adolescente di 15 anni e che a 24 mesi raggiunga l'età "adulta", vale a dire 24 anni "umani". Quindi, ogni anno aggiuntivo lo invecchia di circa quattro anni in equivalente umano. Se il tuo gatto ha nove anni, questo è 24 + (7x4) = 52 anni. Dopo 20 anni, un gatto può essere considerato "centenario". Non è una formula ufficiale, tuttavia, e l'invecchiamento dipende da molti fattori. Tuttavia, calcolare l'età di un cane è ancora più complicato a causa delle grandi differenze di dimensioni!
 
Qual è la durata di vita di un gatto?
Un gatto che vive fuori vede quindi la sua vita divisa per due, in particolare a causa dei rischi di incidente e del rischio di malattie infettive o parassitarie. Un gatto in sovrappeso vedrà la sua età aumentata rispetto ai suoi congeneri. È noto che alcune razze vivono più a lungo, come il birmano (16,1 anni in media), il siamese (14,2 anni), il persiano (14,1 anni) o lo shorthair britannico (11,8 anni). Come negli umani, la gatta vive più a lungo del maschio (1,8 anni in media) e un gatto sterilizzato ha altri sei mesi in più rispetto a un gatto non sterilizzato. Le prime patologie legate all'invecchiamento, come l'artrosi e l'insufficienza renale, compaiono generalmente intorno ai 10 anni.
Secondo il Guinness dei primati, il più antico gatto conosciuto, chiamato Crème Puff, è vissuto fino a 38 anni e tre giorni, o 169 anni in età "umana"!

(articolo di Céline Deluzarche, pubblicato su Futura-Planète del 03/06/2020)

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori