testata ADUC
Covid-19: contagiato un gatto in Svizzera
Scarica e stampa il PDF
Articolo 
4 dicembre 2020 16:22
 
In diversi Paesi sono stati registrati casi isolati di infezione dal nuovo coronavirus SARS-CoV-2 nei gatti. Ora, per la prima volta, la COVID-19 è stata rilevata in un gatto nel laboratorio di medicina veterinaria della Facoltà Vetsuisse di Zurigo. Non vi sono indizi che cani e gatti rappresentino un rischio di infezione per l’essere umano e molto probabilmente non svolgono alcun ruolo nella diffusione del virus. Nella pandemia da COVID-19 è determinante la trasmissione da essere umano a essere umano.
In tutto il mondo sono noti casi isolati di infezione dal nuovo coronavirus in cani e gatti. Quasi tutti questi animali provengono da economie domestiche con persone risultate positive al SARS-CoV-2. Questo vale anche per il gatto contagiato in Svizzera, che è stato esaminato nell?ambito di un progetto di ricerca. Il rischio che gli animali da compagnia si infettino con il nuovo coronavirus è considerato molto basso. Solitamente non è necessario far esaminare i gatti. Si può presumere che gli animali si siano infettati a seguito di uno stretto contatto con una persona positiva.
È importante rispettare le norme igieniche generali
Le persone infette da COVID-19 possono espellere grandi quantità del virus attraverso il naso e la bocca. La trasmissione dall’essere umano agli animali è rara, ma non può essere esclusa. È quindi importante che queste persone osservino le norme igieniche generali anche nel contatto con i gatti. Le seguenti norme igieniche sono importanti: nessun contatto stretto tra animale ed essere umano, non permettere all’animale di leccare il viso e di dormire nel letto con il proprietario, lavare regolar-mente le mani e pulire accuratamente le ciotole e le cucce. Deve essere sempre garantita un’adeguata cura e accudimento degli animali. Per motivi di protezio-ne degli animali, si sconsiglia vivamente di disinfettare gli animali o di far indossare loro mascherine di protezione.
Fonte: Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria USAV
 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori