testata ADUC
Gaza/Israele. Come Hamas ammazza anche l’informazione
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Vincenzo Donvito
16 maggio 2021 15:13
 
 Dopo la distruzione da parte israeliana del palazzo dove a Gaza avevano sede l’agenzia stampa Usa Associated Press e la tv del Qatar Al Jazeera, c’è stata molta impressione nel mondo dell’informazione. Tra le tante opinioni ha prevalso una che sintetizziamo con “la demolizione del palazzo dei media a Gaza da parte di Tel Aviv è una pagina vergognosa” (1).
Crediamo che occorra mettere alcuni puntini sulle “i”, senza partigianeria ma lettura dei fatti.

Premesso che la degenerazione della politica in guerra è responsabilità di Hamas, che in questo caso (stando alle fonti ufficiali che abbiamo) ha usato la stessa strategia omicida che usa verso il popolo che dice di sostenere: scudi umani. Sapendo di essere militarmente inesistente rispetto al suo avversario, manda al macello gli abitanti di Gaza come prezzo per affermare la propria strategia di distruzione dello Stato d'Israele, giocando sul clamore mediatico "3 morti in Israele" "300 morti a Gaza", volutamente dimenticando che ognuno difende il proprio popolo coi mezzi che ha a disposizione… e Hamas sa che ha pochissimi mezzi di difesa ma sceglie di far uccidere i suoi abitanti, mentre Israele difende i suoi abitanti (arabi inclusi) coi i suoi molto migliori sistemi.

Nel caso del palazzo dei media distrutto dagli israeliani, Hamas ha usato lo stesso metodo omicida: "mondo, guarda, gli israeliani distruggono l'informazione...", ma proprio per poter declamare questo, nello stesso palazzo Hamas ha una propria base, che sa essere obiettivo militare. Quindi, nella logica interna alla guerra, lode agli israeliani che hanno avvisato i media che stavano per colpire il palazzo, avviso che Hamas non fa agli abitanti delle case che colpisce quando lancia i propri missili in Israele.

Questa è la guerra, Che non è mai giusta!! E che è anche colpa di tutti noi se c'è, visto che abbiamo fino ad oggi fatto troppo poco per evitarla... e che questo ci serva da sprone.
Ma nella guerra, evitiamo di non comprendere (nello specifico) la strategia omicida di Hamas anche per l’informazione.

Poi, e anche subito, è bene discutere ed agire sul fatto che Israele, oltre a difendersi, dovrebbe svolgere meglio il ruolo politico che innegabilmente ha sulle spalle in quella parte del mondo... che oggi è il centro del Pianeta.

1 – su Facebook c’è ampia discussione in merito
 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori