testata ADUC
L'irriverente e i Soloni. L'expertize de noantri impazza a Lampedusa
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Alessandro Gallucci
29 giugno 2019 18:06
 
 Oggi la mia bacheca abbonda di legalisti da tastiera. "Atto di guerra", "reati contro la nazione", ritiriamo gli ambasciatori da Olanda e Germania", sembrava Salvini, ma non lo era.
Si tratta di gente che ha anche un'istruzione elevata. Ce n'è per tutti i gusti. Colleghi avvocati, professori, dottori d'ogni fatta. Colletti bianchi per bene o forse scaltri affaristi, questo non lo so. Inseriti professionisti provenienti da quella parte ributtante della borghesia d'ogni luogo. Persone acculturate, ma dall'intelletto ormai bisunto (o forse è sempre stato così?) che, senza freno ed anzi con puerile eccitazione, usano termini incredibili e parole d'odio per descrivere quello che è successo a Lampedusa; roba che Pearl Harbour è stato niente in confronto.
Gente che crede di padroneggiare nozioni di diritto della navigazione, di diritto e di procedura penale, nonchè di politica estera e quindi emette il proprio irretrattabile verdetto. Latita l'umanità in questi soloni, ma qui si aprirebbe un altro discorso.
A tutte queste brave persone, giudici popolari permanenti con tendenze pornogiustizialiste, dico: carissimi, esimi, professori di qualcosa e maestri di vita tutti: aprite il rubinetto e mettete mani e testa sotto l'acqua fredda. Vi farà bene, state dando molto, forse troppo alla patria. E il troppo stroppia. Io, da par mio, continuerò a leggervi e ammirarvi: non è facile sapere quel che sapete voi.
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori