testata ADUC
My Fair Forex: conti gestiti senza autorizzazioni ma col 'bollino' di un'associazione contro le truffe
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Giuseppe D'Orta
12 gennaio 2019 9:37
 
Nel vasto campionario di "maghi del trading" che quotidianamente sondiamo, siamo stati impressionati dalla società My Fair Forex Ltd. con sede a Sofia che si presenta col seguente slogan: "Guadagnare dal forex senza fare trading". Ancora: "In base agli storici dei nostri traders, si possono prospettare profitti del 10%-15% mensile su base annua a seconda dell’andamento del mercato; una previsione, certo, ma supportata da risultati di anni".

Basterebbe ciò per lasciar perdere, come scriviamo da tempo immemore, ma stavolta siamo andati avanti per via di alcune particolarità che è bene evidenziare a favore dei -purtroppo- tantissimi che hanno la tendenza a credervi.

Nel sito internet di MyFairForex si ritrovano le solite frasi fatte ad effetto riguardanti "traders professionisti internazionali", "alte performance", "guadagni crescenti", "robot advisor", "piattaforme all'avanguardia", e via dicendo.

"I traders professionisti di MyFairForex hanno costruito negli anni una fitta rete di partnership e collaborazioni che hanno consolidato la loro esperienza nel mondo del mercato internazionale della valute. MyFairForex, nata dall’unione delle loro competenze, ha messo a punto assieme a produttori di Expert Advisor (E.A.) un software intelligente dalle alte performance ed ha un obiettivo chiaro: far maturare guadagni crescenti a coloro che decidono di scoprire il mondo del FOREX TRADING aderendo al programma MyFairForex".
"L’obiettivo di MyFairForex è dare l’opportunità a chi aprirà dei conti Forex di generare guadagni crescenti grazie all’applicazione al proprio conto trader di un Expert Advisor (E.A.) Robot professionale. Questo software sarà assistito da traders professionisti che collaborano con My Fair Forex. My Fair Forex offre notevoli opportunità di guadagno a coloro che si registrano presso una delle società di trading online, regolamentate e certificate, con le quali l’azienda collabora, e che operano su piattaforme all’avanguardia con vari strumenti finanziari, non solo forex ma anche azioni commodity e indici". "Gli iscritti al sito verranno presentati per l’apertura del conto Forex a uno dei Broker nostri partner. My Fair Forex provvederà a fornire l’E.A. e assistenza traders".


A parte l'errore commodity al posto di commodities (sono traders internazionali, loro), è fin troppo facile supporre l'esistenza di accordi economici con i broker di cui non viene nemmeno fatto il nome (viva la trasparenza!).
Il termine "presentazione" lascia supporre che MyFairForex operi come introducing broker. Inoltre, è molto probabile che MyFairForex venga retribuita non solo per la presentazione ma anche e soprattutto in base alle commissioni generate dal cliente a favore del broker. Sono tutte cose che vanno evidenziate a dovere mentre nel sito internet di MyFairForex non se ne trova traccia.

Ma il "bello" viene adesso: per fare tutto ciò occorre essere autorizzati alla prestazione del servizio di gestione su base individuale di portafogli di investimento e anche del servizio di consulenza. Il soggetto offerente deve essere quindi autorizzato alla prestazione di tali servizi dall'autorità del paese di origine e poi anche in Italia secondo le diverse procedure a seconda sia residente in un paese UE (comunicazione di inizio attività alla Consob) oppure extra-UE (richiesta di autorizzazione), e l'offerta al pubblico dei propri servizi deve seguire le regole di condotta previste per tutti gli altri servizi di investimento, ma la società My Fair Forex Ltd risulta del tutto sprovvista di autorizzazioni.

Numerose volte, a partire dalla "storica" risposta a quesito numero 99023323/1999, la Consob ha enunciato il principio secondo cui il fatto che il consulente comunichi le operazioni da compiere, complete di livelli di acquisto, vendita, stop loss, ecc. fa presupporre che tutti i consigli dati siano tradotti in operazioni e che tali operazioni siano note al consulente e quindi, verosimilmente, da lui intermediate, circostanze che possono costituire indici dello svolgimento abusivo di servizi di investimento da parte del consulente stesso

Le cose non cambiano se i segnali sono automatizzati. Nella Comunicazione 12062946 del 26 luglio 2012, nella quale ha recepito gli orientamenti dell'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), la Consob ha chiarito che "lo svolgimento dell’attività di esecuzione automatica di segnali di trading è da considerarsi come prestazione del servizio di investimento della gestione di portafogli, poiché non vi è alcun intervento del cliente in merito alle operazioni poste in essere. Il fatto che il cliente possa fissare in anticipo specifici parametri per le negoziazioni non fa venire meno l'attività di gestione. Di conseguenza, un servizio come quello riportato configura un’attività di gestione, su base discrezionale e individualizzata, di portafogli di investimento nell’ambito di un mandato appositamente conferito dal cliente".

Ancora, l'assistenza fornita dai traders al software Expert Advisor rischia di essere considerata servizio di consulenza finanziaria. Anche in questo caso la Consob è intervenuta tramite il Provvedimento di vigilanza del 1/2/2010 affermando che l'ampia nozione di consulenza assunta dal legislatore aumenta il rischio che l’attività svolta, specie se si utilizzano forme non automatiche di contatto con la clientela, si concretizzi in tale servizio, ove si presenti un dato strumento finanziario come adatto per il cliente.

Un ulteriore aspetto della vicenda è che MyFair Forex Ltd si vanta dell'assistenza e della collaborazione dell'Afue, sedicente associazione contro le truffe finanziarie di cui ci siamo già più volte occupati evidenziandone vari aspetti poco limpidi.

Nonostante le tante richieste che da sempre pervengono, Aduc non si è mai prestata a fornire "bollini di qualità" a questo o a quel servizio. Si tratta di una condizione essenziale per chi davvero è indipendente come lo sono tutti i consulenti finanziari collaboratori di Aduc. Anche e soprattutto da ciò si evidenzia una reale indipendenza nei giudizi. Nel caso di MyFairForex, poi, appare incredibile ma soprattutto estremamente grave come un'associazione che si dice contro le truffe finanziarie possa prestarsi ad avallare un'attività che, oltre a non essere in regola con la normativa, millanta rendimenti del 10%-15% mensili.

Oltre a segnalare alla Consob l'attività di MyFairForex, come sempre ricordiamo che la prima regola è la prevenzione e, come detto in principio, basta la prospettazione di rendimenti pari al 10%-15% al mese (ma anche molto meno) per capire di dover stare lontani da simili assurde offerte.
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori