testata ADUC
Pillole di diritto. Indennità da occupazione se ex coniuge occupa immobile in comproprietà
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Smeralda Cappetti
25 maggio 2024 10:51
 
 La moglie aveva continuato a godere in via esclusiva degli immobili in comproprietà anche dopo la pronuncia di divorzio, che nulla aveva disposto in merito all’assegnazione della casa coniugale, ribadendo che non ve ne era più il diritto, non essendovi figli minori o maggiorenni non autosufficienti.
Non avendo provveduto alla divisione, i beni erano rimasti in comunione e il loro godimento esclusivo da parte della donna era stato semplicemente tollerato dall'ex marito. Dal momento del dissenso dello stesso, doveva riconoscersi il suo diritto a godere di un’indennità da occupazione. Il comproprietario, che da solo ha goduto del bene, deve quindi corrispondere agli altri partecipanti alla comunione un'indennità di occupazione.
Così un pronuncia della Corte d’Appello di Napoli del 25/10/2023
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS