testata ADUC
Spagna. Andalusia: parte la somministrazione controllata di eroina
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Rosa a Marca
1 febbraio 2003 15:46
 
Il 3 febbraio, a Granada si mette in moto la distribuzione controllata di eroina, in ritardo di nove mesi rispetto all'autorizzazione del ministero della Sanita'. Un ritardo causato dalla difficolta' della fase preliminare, ossia il censimento degli eroinomani. L'esperimento ne contempla 120 dei 285 individuati. Lunedi' inizia il reclutamento e tra un mese la somministrazione di eroina per via endovenosa. E' il primo esperimento di questo genere in Spagna, e sara' diretto da Joan Carles March.
La mappa dell'eroina e' stato "un passo imprescindibile per avviare la sperimentazione", spiega March. Ha richiesto quattro mesi, circostanza che, unita agli adempimenti burocratici, ha fatto ritardare l'avvio, previsto per settembre 2002. I 285 eroinomani intervistati hanno una media di 36,6 anni di eta' (ma ce ne sono anche di 59 anni). Il 73,3% si inietta l'eroina e lo fa da 14,38 anni come media. Non e' stato facile ottenere questi dati "Un tecnico accompagnato da un eroinomane ha scarpinato per tutta Granada per potere avere queste interviste", spiega March.
Ai responsabili spetta ora valutare quanti degli eroinomani abbiano i requisiti per partecipare alla sperimentazione. I criteri fissati sono: avere assunto eroina da piu' di due anni, avere tentato senza successo due trattamenti di disassuefazione; avere una malattia infettiva oppure psichiatrica o problemi sociali.
Il 50,2% dei soggetti interpellati conosceva il programma e tutti hanno mostrato interesse a parteciparvi. Una meta' ricevera' eroina e metadone per nove mesi; gli altri solo metadone. Tutti dovranno essere disponibili ad imparare un mestiere e otterranno i documenti necessari per inserirsi piu' facilmente nella societa'.

DROGA INALATA
March spiega che l'esperimento non ha la pretesa di sostituire il trattamento metadonico. "Non e' che il metadone sia un trattamento inefficace, solo che non serve a tutti, come non e' servito a queste persone che da dieci anni si fanno di eroina. Si deve cercare un'alternativa, non essere troppo restrittivi". E fa la comparazione: "E' come la ricerca sugli antibiotici per i soggetti cui non servono quelli di prima generazione".
March anticipa che sta preparando un altro esperimento con l'eroina da inalare, visto che adesso molti consumatori usano questo metodo. Nega che l'esperimento, pensato quattro anni fa, nasca gia' vecchio. "Nasce tardi solo per coloro che nel frattempo sono morti".
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS