testata ADUC
Vita da cani. Come proteggere il proprio cane dal freddo
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
11 dicembre 2019 10:00
 
  Sai che i cani possono iniziare a sentirsi a disagio con il freddo non appena la temperatura scende sotto i 5 gradi centigradi? Alcuni iniziano a tremare, altri si congelano o si rifiutano di lasciare la comodità del loro spazio interno. Esistono, tuttavia, soluzioni abbastanza semplici per proteggere il tuo cane dal freddo ed evitare di privarlo di una passeggiata.
Innanzitutto, c’è da notare che non tutti i cani soffrono anche di freddo. I più giovani e i più anziani sono naturalmente più sensibili. Proprio come i cani malati. O cani che vivono tutto l'anno su un morbido divano accanto al riscaldamento. Ed è anche una questione di razza. Quelli di razza incrociata sono generalmente più forti. Cani filiformi e/o con peli fini come alcuni levrieri o chihuahua, o anche cani senza pelo, temono il freddo. Alcune razze nate in climi rigidi, tuttavia, supportano molto bene le nostre temperature invernali. Questo è l'esempio dell'Husky.

Per proteggere il tuo cane dal freddo, le attenzioni iniziano a casa

A casa, evita di fare il bagno al tuo cane. Questi infatti puliscono la pelliccia dal loro sebo protettivo. Consultate anche il vostro “parrucchiere” per consentire ai suoi peli di svolgere il loro ruolo completo.
Ricorda sempre di controllare che ci sia acqua nella sua ciotola. Perché i nostri sistemi di riscaldamento tendono a rendere più asciutta l'aria interna. Quindi attenzione alla disidratazione.
E, soprattutto, tieni al sicuro i tuoi prodotti antigelo e altri simili. Sono davvero altrettanto appetitosi quanto tossici!

Pelliccia soprattutto
Ricorda che la sua pelliccia è tutto ciò che il cane ha naturalmente a sua disposizione per proteggersi dal freddo. Con l'avvicinarsi dell'inverno, generalmente si addenserà. Alcune specie hanno persino un sottopelo che funge da efficace strato isolante tra la loro pelle e l'aria circostante.
A seconda del contesto, sarà necessario adattare le misure da adottare per aiutarlo a resistere alle temperature invernali. Se il tuo cane trascorre molto tempo all'aperto, dagli da mangiare cibi ad alto contenuto di proteine e grassi aumentando leggermente la sua razione. E dagli un riparo in modo che possa proteggersi dal vento e dalla neve. Per gli altri, riduci la durata delle tue passeggiate con lui. E anche se lo trovi un po' ridicolo, equipaggia il tuo amico a quattro zampe con abiti invernali. In questo caso i cappotti non hanno solo un valore estetico.

Gambe, zone sensibili
Ci sono anche pantofole per cani. Anche se il tuo cane può impiegare molto tempo per adattarsi, queste hanno una vera utilità. Perché i suoi cuscinetti sono particolarmente sensibili al freddo. Ancora di più quando nevica o c'è ghiaccio sul terreno. Il tuo cane potrebbe quindi presentare un congelamento e anche doloroso. Il sale gettato sui marciapiedi per liberarli dalla neve non li aiuta. Ma se non vuoi mettergli gli stivaletti, troverai dal tuo veterinario balsami protettivi e idratanti o soluzioni abbronzanti da applicare sui cuscinetti per rafforzarli.
Di ritorno da una passeggiata, non dimenticare di asciugare per bene le zampe - specialmente tra i cuscinetti. Se necessario, prima passali sotto un filo di acqua calda. E non esitare ad asciugare il resto del suo corpo se sembra bagnato. Questo gli darà conforto.

(articolo di Nathalie Mayer, pubblicato su Futura-Sciences del 10/12/2019)
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori