testata ADUC
Aduc – Osservatorio Firenze. Lavori tramvia. Ok, e’ un casino, ma non prendeteci per i fondelli
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
7 dicembre 2017 8:22
 
 I lavori per la costruzione della tramvia a Firenze sono un casino. Invadenti e tanti, hanno messo sul lastrico tante attivita’ economiche e la pazienza e tranquillita’ dei cittadini. Che poi, ovviamente, decideranno, a lavori finiti, non se ne valeva la pena (perche’ e’ scontato che ne valeva la pena, grossomodo), ma se era necessario inginocchiare la citta’ facendoli in questo modo. Ad ognuno le sue responsabilita’, e il metodo -in democrazia- e’ essenziale per fare una valutazione.
Le vicende di questa distruzione del tessuto socio-economico sono tante, prime fra tutte il fatto che i lavori sono andati, e continuano ad andare, avanti a singhiozzo. Noi e altri avevamo auspicato lavori 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma niente, il ritmo e’ stato e continua ad essere come se stessero costruendo, nei ritagli di tempo, la villa al mare di qualche potente.
Veniamo all’oggi, dove la situazione si e’ fatta sempre piu’ pensante. Gli avanti e indietro (tipo rotonda stazione SMN) ci dicono tutto sullo sfascio della metodologia di organizzazione, soprattutto nel coordinamento tra aziende costruttrici ed amministrazione comunale. E’ di oggi, con gran fanfara mediatica, l’annuncio che i cantieri saranno aperti anche durante le feste di fine anno. E subito abbiamo pensato: si sono rinsaviti e lavorano anche a Natale. No, calma: nel senso che durante queste feste non lavoreranno il 25, 26 e 31 dicembre e il 1 gennaio (non c’e’ scritto ma immaginiamo anche il 6 gennaio). E allora, dove sta la notizia? Forse che i cantieri non faranno come le scuole che chiudono prima di Natale e riaprono dopo la Befana… ma le vacanze di fine anno sono tali solo per le scuole, tutte le altre attivita’ economiche continuano con solo le feste canoniche che abbiamo elencato prima; e neanche tanto, perche’ alcune attivita’ di primaria importanza non si fermano neanche nei giorni canonici: sanita’, ferrovie, aeroporti, erogazioni servizi energetici, sicurezza, ristorazione, etc.). E quindi, la fanfara era per dirci che la costruzione della tramvia non e’ un’attivita’ di primaria importanza (e fin qui ci va anche bene che non lavorino a Natale), ma che non e’ neanche come la scuola. Si’! Abbiamo letto bene: COSTRURIRE LA TRAMVIA NON PRESUPPONE ANDARE IN VACANZA COME FA LA SCUOLA. Forse ce lo hanno ribadito perche’ l’estate scorsa, quando le scuole erano in vacanza, sembravano in vacanza anche i cantieri…. Ma crediamo semplicemente che ci stiano prendendo per i fondelli. E questo fa molto, ma molto piu’ male di un cantiere chiuso. Con chi credono di avere a che fare Sindaco e amministrazione? Con residenti imbecilli capaci solo di cogliere le loro finte e costruite emozioni che cercano di trasmettere per dimostrare efficienza? Suvvia….
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori