testata ADUC
BENZINA RECORD: IL GOVERNO SCRIVE AI PETROLIERI?
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
5 agosto 2004 0:00
 

Roma, 5 Agosto 2004. Incredibile! Il Governo, per pugno del segretario del ministero alle Attivita' Produttive, Giovanni dell'Elce, scrive una lettera ai petrolieri per invitarli a contenere i prezzi. Se e' vero che i petrolieri hanno immediatamente alzato i prezzi della benzina, per un aumento del petrolio che partira' da settembre, vorremmo far notare che la richiesta governativa e' sostanzialmente rivolta a se stessa perche' il ministero dell'Economia controlla sia L'Eni e che l'Agip, cioe' i maggiori fornitori e distributori di benzina. Aggiungiamo che il 70% del costo della benzina e' dovuto alle tasse, che sono appannaggio del suddetto ministero dell'Economia, e chiedere ai petrolieri di contenere i prezzi sa di beffa visto che due terzi abbondante del prezzo alla pompa dipende dal Governo stesso. Insomma e' il gioco delle parti. Non vogliamo ripetere quanto gia' affermato in precedenti note sulla mancata programmazione e gestione delle risorse, a partire dal 1973 e delle relative domeniche pedonali, certo e' che ne' questo ne' i precedenti Governi si sono minimamente preoccupati di quel che poteva accadere e sta accadendo. Aspettiamo, purtroppo, gli aumenti sugli altri beni e servizi.
Primo Mastrantoni, segretario Aduc
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori