testata ADUC
BLOCCO DELLE AUTO IN TUTTE LE CITTA' CONTRO LO SMOG E PER SENSIBILIZZARE IL GOVERNO? NIENTE DI PIU' INUTILE E DANNOSO
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
28 luglio 2005 0:00
 

Firenze, 28 Luglio 2005. Il consiglio nazionale dell'Anci (l'associazione dei Comuni) ha deciso che, "per sensibilizzare i cittadini e per ricordare al Governo il totale disimpegno finora dimostrato sul tema dello smog", il prossimo 22 settembre (giovedi') tutti i Comuni italiani fermeranno le auto, nei tempi e nei modi in cui autonomamente ognuno decidera'. La richiesta e' di inserire in Finanziaria "progetti seri e una mobilita' sostenibile".
Sembra di avere a che fare con un mondo fermo su se stesso. Quanti blocchi del traffico ci sono stati negli anni passati? Non si contano piu'. E a cosa sono serviti? Ai disagi per coloro che hanno necessita' di una mobilita' privata, in assenza di quella pubblica. Certo, in quest'occasione e' solo una manifestazione e non c'e' l'intento di far diminuire l'inquinamento come si e' fatto con la sfilza delle inutili domeniche a piedi. Ma perche' dovra' essere creato questo disagio in un giorno della settimana, in cui tutti lavorano? Non ci sono altri modi di comunicare con i cittadini e con il Governo? E non e' un pessimo modo di comunicare quello di scegliere a simbolo -il blocco del traffico- cio' che in passato non e' mai servito se non alla demagogia di chi lo proponeva e lo esaltava?
Noi crediamo che sicuramente e' stato fatto poco da parte del Governo rispetto alla questione dello smog nelle citta', cosi' come altrettanto poco e male e' stato fatto da quei Comuni che si sono limitati solo a vietare, chiudere, impedire, senza offrire alternative valide e durature (possibili anche con la limitatezza dei mezzi a disposizione). Ma credere che per ovviare a questo sia opportuno costringere i cittadini ad un giorno forzato di riposo e non-guadagno, crediamo sia solo farsi male.
Vincenzo Donvito, presidente Aduc
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori