testata ADUC
I CONDONI DEL COMUNE DI FIRENZE: VANNO BENE SOLO QUELLI DI SINISTRA, MA NON QUELLI DI DESTRA? LA SCELLERATA POSSIBILITA' DEI CONDONI ALLE MULTE PER INFRAZIONE AL CODICE DELLA STRADA. DILAGA LA CULTURA DELL'ILLEGALITA'?
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
18 luglio 2004 0:00
 

Firenze, 18 Luglio 2004. Sembra che uno degli atti della nuova amministrazione della citta' di Firenze, sara' il condono per chi, ignorando la segnaletica stradale, abbia ripetutamente violato il codice della strada, transitando con il proprio motorino nelle corsie preferenziali riservate al trasporto pubblico e di emergenza.
Tutte storie di ragazzi e lavoratori che hanno accumulato migliaia di euro di multe passando e ripassando per queste zone vietate, incuranti delle norme esistenti e stimolati dal lassismo e noncuranza degli addetti ai controlli ("ma come, ci sono sempre passato, anche quando c'erano i vigili .."). Tutte vittime dei nuovi sistemi di vigilanza e repressione che non prevedono il fermo al momento dell'infrazione. Sistemi che, se continuano a lasciarci molto perplessi per quanto riguarda l'autovelox (beccati dalla macchinetta e non fermati, continuando ad andare a velocita' elevata li' dove e' vietato, costituisce un pericolo per se' e per gli altri), non e' altrettanto per gli accessi alle zone limitate: ci sembra un buon metodo.
Ma l'amministrazione del Comune di Firenze sembra che voglia decidere di essere popolare e amica di queste persone che violano il codice della strada, e pur se ha fatto sentire molto forte la sua voce contro il condono edilizio, in nome della legalita', della giustizia, del buon diritto, del non premiare i furbi, etc. sta per comunicare a tutti i suoi amministrati che la legalita', il diritto e i codici non sono tali in assoluto, uguali per tutti, ma esiste la legalita' di destra e quella di sinistra. Per cui il condono edilizio che viene dal Governo di centro-destra e' illegale, e il condono che viene dall'amministrazione di centro-sinistra e' legale.
Bella lezione di democrazia e di buon governo. Bella indicazione agli amministrati della citta' di Firenze, di tutta Italia (perche' il Sindaco Leonardo Domenici e' pur sempre il presidente dell'associazione dei Comuni italiani, Anci) e al mondo intero che visita questa citta': fate pure le infrazioni, contribuendo cosi' a rendere piu' caotica la viabilita' e vivibilita' di quell'inferno che e' Firenze, non pagatele subito, pregate il vostro dio e votate in futuro per questi amministratori magnanimi, perche' e' probabile che non dobbiate pagarle in assoluto.
Signor Sindaco, signori amministratori, vi chiediamo umilmente di non farlo. Per voi e per noi.
Vincenzo Donvito, presidente Aduc
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori