testata ADUC
Crif. Aduc denuncia per pratica commerciale scorretta: omette di informare in modo chiaro sull'onerosita' del proprio servizio
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Emmanuela Bertucci
24 giugno 2011 12:44
 
 Abbiamo oggi inviato una denuncia per pratica commerciale scorretta all'Antitrust in merito alle informazioni che la CRIF- sistemi di informazioni creditizie, di business information e di supporto decisionale (la banca dati dei cattivi pagatori piu' usata in Italia) da' attraverso il proprio web sull'onerosita' dei suoi servizi.
Qui il testo completo della denuncia

Per riassumere, questi – a nostro avviso – i profili di ingannevolezza e scorrettezza della pratica commerciale posta in essere dalla societa' Crif S.p.A. sul sito internet www.crif.it:
- Crif Spa ha omesso di informare in modo chiaro, diretto e immediatamente percepibile il consumatore utente del sito circa l'onerosita' del servizio di richiesta di informazioni circa i propri dati personali registrati sul Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF, e cio' poiche' detta informazione non e' contenuta in alcuna parte del sito/sezione consumatori del sito, fatta eccezione per una pagina cui si accede cliccando su un link il cui nome fuorviante ( “Se hai dubbi sull’inserimento della richiesta visita la pagina "Istruzioni per l’uso") non consente di comprendere al consumatore che a quella pagina sono indicate le condizioni economiche del servizio;
- Crif Spa ha dunque violato l'art. 20 del d.lgs 206/2005 (Codice del consumo) ponendo in essere una pratica commerciale scorretta, idonea a falsare in misura apprezzabile il comportamento economico del consumatore medio che essa raggiunge;
- Crif Spa ha altresi' violato l'art. 21 del Codice del consumo poiche' la modalita' di presentazione complessiva del servizio e' idonea ad indurre in errore il consumatore medio riguardo al prezzo del servizio stesso, e dunque e' idonea a indurlo ad assumere una decisione di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso;
- Crif Spa ha infine violato l'art. 22 del Codice del consumo poiche' il servizio e' presentato – in relazione al costo – in modo ambiguo (costo del servizio contenuto nelle “istruzioni per la compilazione”) e oscuro, e dunque idoneo a indurre in tal modo il consumatore medio ad assumere una decisione di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso.

Tanto premesso, l’Aduc chiede all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nel legittimo esercizio delle proprie attribuzioni, di inibire a Crif SpA - in persona del legale rappresentante pro-tempore - la continuazione delle pratiche commerciali scorrette evidenziate nonche' di sanzionare la societa' responsabile, visto il mancato rispetto della normativa richiamata, i danni che presumibilmente ha cagionato ai consumatori e il conseguente ingiusto guadagno.
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori