testata ADUC
MYWAY-4YOU. TERMINATE A BRINDISI LE INDAGINI PER 10 FUNZIONARI DI BANCA 121 SU IPOTESI DI TRUFFA AGGRAVATA. SI ATTENDE IL RINVIO A GIUDIZIO
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
9 luglio 2004 0:00
 

Firenze 9 luglio 2004 - Il pubblico ministero della procura di Brindisi, dott. Montinaro, ha avvisato 10 funzionari dell'ex-Banca 121 ora Monte dei Paschi di Siena della conclusione delle indagini sull'ipotesi di truffa aggravata nell'ambito del procedimento n. 7405/03/21 R.G.N.R.
Si legge nel provvedimento notificato che i funzionari "con artifici e raggiri - costituiti nel proporre e commercializzare l'operazione finanziaria denominata MYWAY, prospettando circostanze non veritiere, quali la garanzia della restituzione integrale del capitale investito, e sottacendo circostanze essenziali, in particolare che trattavasi di operazione finanziaria ad alto rischio, di durata trentennale, consistente in un finanziamento con rischio di perdita del capitale investito, . - inducevano in errore i predetti clienti della Banca circa la natura effettiva dell'operazione, procuravano un ingiusto profitto a se' ed alla Banca 121, con relativo danno alla clientela pari al capitale investito nell'operazione, abusando della relazione di fiducia insorta fra la Banca e la clientela". Dopo questo atto, vi saranno le memorie dei difensori. In seguito, si attende il rinvio a giudizio.
Il fronte penale della battaglia contro i prodotti finanziari MyWay e 4You sta portando i primi frutti concreti. Quindi non ci sono solo i tavoli di conciliazione in cui la banca Mps sta cercando (e in parte c'e' gia' riuscita) di far dimenticare tutte le pecche di questi prodotti, cavandosela con degli striminziti rimborsi per un'altrettanto striminzita percentuale di sottoscrittori.
C'e' il fronte giudiziario, secondo noi l'unico praticabile vista l'illegalita' dei prodotti in se', anche se ha i tempi della giustizia italiana.
Nella prima meta' del 2005 si attendono anche le prime sentenze civili.
Attendiamo novita' a breve anche dalla procura di Trani e poi da tutte le altre procure pugliesi.
Nel frattempo anche a Milano si stanno aprendo le indagini.
Alessandro Pedone, consulente Aduc per la tutela del risparmio
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori