testata ADUC
RIFIUTI E BLOCCO FERROVIARIO. OMISSIONE DI ATTI DI UFFICIO E INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
27 giugno 2004 0:00
 

Roma, 27 Giugno 2004. Omissione di atti di ufficio. E' il reato che puo' essere attribuito al Ministro degli Interni, al Prefetto e al Questore di Salerno. Agli occupanti la stazione ferroviaria di Montecorvino Rovella, che protestano contro la riapertura di una discarica, dovrebbe essere attribuito il reato di interruzione di pubblico servizio. In aggiunta le Fs dovrebbero chiedere ai manifestanti il rimborso del costo sostenuto per attivare forme alternative di trasporto (autobus e navi). Invece finira' tutto a "tarallucci e vino", nella piu' sana tradizione italiana, sicche' chiunque si sentira' autorizzato ad interrompere un pubblico servizio senza dover pagare le conseguenze delle proprie azioni. E' gia successo e succedera' perche' chi governa, oggi come ieri, non e' in grado di prendere decisioni impopolari divenendo cosi' antipopolari, danneggiando la collettivita' nel suo insieme. Cosa faccia poi la magistratura non sappiamo. Sarebbe interessante saperlo visto che esiste una norma che prevede l'iniziativa autonoma delle Procure.
Primo Mastrantoni, segretario Aduc
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori