testata ADUC
Roma Capitale. 'Città bella e zoccola' e romani 'gente de fogna'. 'Virgì, Roma nun te merita'
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
13 luglio 2020 13:03
 
  "Città bella e zoccola" e romani "gente de fogna". "Virgì, Roma nun te merita"

Così Beppe Grillo, che ha rilanciato un sonetto su Roma e i romani e l'invito, alla sindaca Virginia Raggi, a lasciare la Capitale d'Italia.

Che dire? Che il M5S non sa più come mascherare il fallimento di 4 anni di gestione capitolina. Il prossimo anno ci saranno le elezioni per sindaco e Consiglio comunale.

In quattro anni, due cose si potevano fare: la manutenzione delle strade, ridotte a colabrodo, e la pulizia della città, invasa dai rifiuti.

1. Coprire le buche non è competenza dei romani, ma della amministrazione capitolina che fa capo alla sindaca Raggi.
       Risolto il problema buche? Neanche per idea. Sono disseminate in città per il piacere dei romani che ci cadono dentro (lo stesso Grillo c'è ruzzolato) o degli automobilisti che pagano per le auto danneggiate. Tombini e caditoie sono ostruiti: neppure quelli sono stati puliti.

2. Se c'è una cosa imperiale a Roma sono i rifiuti. Foto e filmati abbondano. Non si riesce a raccoglierli e non si riesce a smaltirli. Si inviano in altre regioni, o in altri stati, europei e non, per lo smaltimento, con costi esorbitanti per i romani. La sindaca Raggi non vuole i termovalorizzatori ma usa quelli degli altri, così per le discariche. Comodo, no? 

 Dove è la gestione della cosa pubblica?

Vero: Roma non si merita Virginia perchè Virginia non si è meritata Roma.
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori