testata ADUC
 MESSICO - MESSICO - Allarme consumo droghe tra giovani donne
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
16 maggio 2018 7:52
 
Il consumo di stupefacenti tra le donne messicane aumenta in "modo allarmante". Lo scrive il quotidiano "Milenio" riportando le statistiche diffuse dalla Commissione nazionale contro le dipendenze (Conadic). Il fenomeno colpisce in maggior misura le giovani, una fascia d'eta' in cui dal 2011 al 2017, il consumo di droghe e' aumentato del 205 per cento. "Le bambine e le adolescenti da 12 a 17 anni rappresentano il gruppo il cui consumo cresce con maggiore velocita' in tutto il paese", ha detto Guadalupe Ponciano Rodriguez, esperta del settore presso l'Universita' nazionale autonoma del Messico (Unam). Il gruppo prende n considerazione i consumatori di droghe legali, come tabacco e alcool, e illegali, come marijuana, cocaina e psicofarmaci. Quello delle droghe e' un tema sempre molto caldo in Messico, per i risvolti sull'attivita' criminale e sui conseguenti livelli di sicurezza. 
 Nei giorni scorsi il candidato favorito alle presidenziali messicane, Andres Manuel Lopez Obrador, si e' detto disponibile ad aprire un dibattito sulla legalizzazione delle droghe. "Il caso della legalizzazione delle droghe e' un tema che va discusso", ha detto il leader del Movimento di rigenerazione nazionale (Morena) nel corso di un dibattito su "pace e giustizia a Citta' del Messico". "Perche' non trattare il tema? E perche', se poi fosse una scelta conveniente, non farlo approvare dal governo ascoltando le voci di tutti?", ha detto "Amlo" citato dal quotidiano "El Universal". Quello delle droghe e' un argomento particolarmente sensibile in un paese in cui il traffico degli stupefacenti e' ritenuto causa preponderante degli alti indici di violenza. "C'e' chi sostiene che e' per questo che abbiamo alti indici di violenza, per il proibizionismo", ha detto l'aspirante alla presidenza. C'e' chi ritiene che "per la salute, piu' del consumo di alcune droghe, e' piu' dannoso l'alcolismo, il tabagismo e che proibire questo tipo di stupefacenti porti a piu' violenza. E' un tema che si sta valutando e su cui molti stanno riflettendo", ha detto Lopez Obrador. 
Nel 2017 il paese ha registrato uno tra i piu' alti livelli di violenza degli ultimi anni. Lo scorso dicembre il Sistema nazionale della sicurezza pubblica (Snsp) messicano censiva il numero record di 23.101 denunce per omicidi dolosi nei primi 11 mesi del 2017, 692 in piu' delle 22.409 morti violente registrate nel 2011. Si tratta della cifra piu' alta degli ultimi venti anni e fissa la media di omicidi al giorno a quota di 69. Su questo fronte, il 2017 si e' chiuso con numerosi altri primati negativi: sono stati battuti per tre volte i record mensili di omicidi e in 21 stati della federazione il tasso registrato a novembre e' superiore a quello di tutto il 2011. Il 66 per cento degli omicidi, 15.353 casi, sono stati compiuti con arma da fuoco, l'11 per cento (2.638) con "armi bianche" mentre del restante 22 per cento non esistono indicazioni precise. 
(agenzia stampa Nova)
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori