testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Auto elettrica. 50% la vorrebbe
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
16 maggio 2018 12:28
 
Da acquisto di nicchia a scelta possibile, l'auto elettrica conquista un italiano su 2, che dichiara di prenderla in considerazione per il prossimo cambio di vettura. E' quanto emerge da una ricerca presentata oggi all'Automotive Dealer Day in corso a Verona. Secondo il sondaggio, elaborato da Quintegia su un pool di 1.366 potenziali acquirenti d'auto tra i 25 e i 65 anni, l'elettrico e' desiderato dal 50% degli intervistati; meglio ancora fa l'ibrido (61%), mentre il Gpl conquista il 43%. Una vera rivoluzione se si considera che questi tre tipi di alimentazione rappresentano nel primo quadrimestre 2018 appena il 10% del mercato. Il diesel diventa la Cenerentola e scivola in coda alle preferenze (e' al 37%, oggi conquista il 54,8% dell'immatricolato). Tra le motivazioni, piu' della meta' (55%) degli intervistati orientati verso un'auto elettrica ritiene importante l'aspetto ecologico, mentre il 47% ne rileva i vantaggi economici (in particolare i risparmi sul bollo auto). E se il 44% e' affascinato dal possedere l'auto del futuro, il 32% apprezza la possibilita' di muoversi in liberta', uno stimolo particolarmente importante nei contesti metropolitani come Milano e Roma, dove rispettivamente il 43% e 42% e' attratto dalla possibilita' di accedere alla Ztl ed evitare i blocchi del traffico. A prevalere tra le considerazioni negative sono invece gli ostacoli funzionali alla fruibilita', a partire dalla mancanza di colonnine di ricarica (51%), seguita dal prezzo elevato (48%) e dall'autonomia di km troppo ridotta (41%). Solo il 3% si lamenta del design, mentre circa 1 consumatore su 5 sconta la mancanza di un box/garage per poterla ricaricare, o ha paura di una tecnologia non ancora sufficientemente affidabile (19%) o di un processo di ricarica troppo lungo (18%).
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori