testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Buoni fruttiferi postali. Lo Stato può cambiare sempre le regole. Cassazione
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
12 marzo 2019 12:40
 
Per chi ha investito in Buoni fruttiferi postali prima del 1999, lo Stato può cambiare le regole anche in modo retroattivo.
In precedenza i risparmiatori potevano sentirsi protetti da una sentenza del 2007 con cui i giudici sostenevano che sottoscrivere un buono (compreso il tasso di interesse) equivale a firmare un contratto, quindi non modificabile se non con il consneso delle parti.
Oggi la Cassazione arriva alla conclusione opposta.
L’investimento in Buoni fruttiferi postali era regolato dall’articolo 173 del Codice Postale, risalente al 1973. e abrogato nel 1999 dal decreto legislativo 284: i rapporti in essere, libretti e buoni fruttiferi postali, continuavano a essere regolati secondo le leggi anteriori. Cioè dal Codice Postale, che consente allo Stato di fare le modifiche che vuole. La Corte ha ha stabilito che, per chi ha acquistato i Buoni prima del 1999, vale la vecchia legge.
Se il tasso di interesse viene cambiato a sfavore del risparmiatore, i suoi Buoni vengono considerati come “rimborsati” con il tasso stabilito in origine e convertiti in titoli della nuova serie con il relativo tasso di interesse.
Resta la possibilità di recedere dal contratto, incassando quanto spetta secondo il tasso di interesse originario e più vantaggioso.
La Cassazione non ha dato alcuna rilevanza al fatto che oggi Poste Italiane è un soggetto di diritto privato, ritenendo invece di evidenziarne la discendenza storica da un’azienda autonoma dello Stato, diventata poi Ente pubblico economico.
I risparmiatori che sottoscrivono i Buoni fruttiferi postali dovrebbero quindi tenere gli occhi bene aperti. Anche perché le Poste, secondo la Corte, non sono obbligate a fargli firmare un’informativa che spieghi in modo dettagliato i rischi dell’operazione (compreso il fatto che il tasso d’interesse potrebbe variare in modo retroattivo), ma sarà sufficiente la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale delle norme che disciplinano la collocazione dei Buoni.
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori