testata ADUC
 GERMANIA - GERMANIA - Cannabis terapeutica. Tribunale condanna assicurazione a pagare le cure
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
15 ottobre 2020 11:11
 
Una paziente tedesca ha vinto una lunga battaglia legale contro la propria assicurazione sanitaria sul rimborso della cannabis medica.
Il tribunale sociale di Berlino e Brandeburgo ha stabilito che l'assicurazione deve coprire il costo della somministrazione di dronabinol per almeno un anno.
La notizia è positiva per l'accesso dei pazienti alla cannabis medica e per le aziende che sono impegnate in un mercato in espansione. Ma la vicenda giudiziaria rileva che i pazienti spesso hanno bisogno di combattere contro l’assicurazione per il rimborso della cannabis, anche se il programma tedesco sulla marijuana medica che impone tale copertura è attivo da anni.
Gli assicuratori possono rifiutare il trattamento solo in "casi eccezionali giustificati" ma, come riportato da Marijuana Business Daily, quasi il 40% delle richieste di rimborso sono state respinte dagli assicuratori dall'inizio del programma nel 2017.
"È indiscusso che la ricorrente abbia una grave malattia" con un effetto significativo sulla sua qualità di vita, dice questa sentenza del Tribunale.
Il paziente, che riceve "una pensione di invalidità ... soffre di una sindrome delle gambe senza riposo molto pronunciata con gravi disturbi del sonno, dolori cronici con fattori somatici e psicologici, emicrania, disturbo depressivo ricorrente, disturbo di personalità emotivamente instabile". La sola sindrome delle gambe senza riposo soddisferebbe il requisito di una "malattia grave", secondo la sentenza. "La sofferenza della ricorrente che vive di sussidi sociali è grave" e negare la sua copertura di dronabinol violerebbe "i suoi diritti fondamentali".
Il tribunale ha quindi stabilito che per un periodo di un anno, l'assicurazione sanitaria deve pagare il trattamento con dronabinol per il paziente.
La modifica della legge tedesca dell'inizio del 2017 ha imposto alle assicurazioni sanitarie di coprire il costo della cannabis medica, a condizione che:
• Il paziente sia gravemente malato.
• La cannabis sia usata come ultima risorsa, considerando i possibili effetti collaterali.
• Sia probabile che la cannabis abbia effetto positivo per curare la malattia o i suoi sintomi.
L'assicurazione è stata anche condannata a rimborsare le spese giudiziarie del caso.
(articolo di Alfredo Pascual su Marijuana Business Daily del 14/10/2020)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori