testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Concluso congresso Associazione Coscioni
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
8 ottobre 2018 9:37
 
Oltre 500 persone hanno preso parte a "Le liberta' in Persona", il congresso della liberta' di scienza dell'Associazione Luca Coscioni. "Il tempo per il Parlamento e il Governo di scaricare le colpe sul passato e' finito: le proibizioni che non vengono abolite saranno d'ora in poi anche loro responsabilita' - dichiara Marco Cappato, tesoriere dell' Associazione -. Noi non ci limitiamo ad avanzare richieste, perche' in ogni caso proseguiremo le nostre azioni di disobbedienza civile". Al Governo l'associazione chiede di rimuovere i divieti alle Universita' per la partecipazione ad alcuni bandi europei sulle malattie rare; una corretta applicazione della legge 40 e la legalizzazione della ricerca sulle Blastocisti; promuovere il metodo farmacologico della interruzione volontaria di gravidanza estendendone l'applicazione fino al 63 giorno di amenorrea e in regime di day hospital e ambulatoriale e sostenere la campagna per ottenere la contraccezione gratuita, denunciare come in molte zone del paese si continui ad ostacolarne la piena applicazione; proseguire il sostegno a chi chiede l'eutanasia e all'azione di disobbedienza civile di SOSeutanasia.it; operare per la piena applicazione della legge sulle disposizioni anticipate di trattamento. E poi ancora richiedere il superamento delle proibizioni in materia di OGM, rafforzare la ricerca in materia di biotecnologie vegetali anche attraverso sperimentazioni in campo aperto; rimuovere gli ostacoli alla prescrizione della cannabis terapeutica superare il monopolio pubblico della produzione di infiorescenze; includere tra i Livelli Essenziali di Assistenza la riduzione del danno.
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori