testata ADUC
 HONDURAS - HONDURAS - Droga, il presidente dell'Honduras: mai trafficato per finanziare campagna elettorale
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
14 agosto 2019 16:28
 
Il presidente dell'Honduras, Juan Orlando Herna'ndez, ha negato ieri a Washington che ci siano contro di lui accuse negli Stati Uniti per traffico di droga, dopo che il suo nome e' stato chiamato in causa giorni fa in un caso di droga in un tribunale federale di New York. E' stato riferito che Herna'ndez, eletto nel 2013 e rieletto nel 2017, avrebbe ricevuto 1,5 milioni di dollari dai trafficanti di droga per finanziare la sua prima campagna elettorale, e un ruolo lo avrebbero avuto in questa operazione suo fratello Antonio "Tony" Hernandez e il suo predecessore, l'ex presidente Porfirio Lobo (2010-14). Questa segnalazione compare in documenti giudiziari statunitensi, declassificati il 3 agosto, in un caso contro "Tony" Hernandez, ex deputato e imprigionato negli Stati Uniti dallo scorso novembre come "spacciatore di droga su larga scala". Ma il presidente dell'Honduras ha negato che ci sia un'accusa formale della giustizia statunitense contro di lui per questa vicenda. "No", ha detto ai giornalisti. "E' un'accusa di un trafficante di droga in un altro processo", riferendosi ad Alexander Ardon, un ex sindaco presentato dal procuratore Geoffrey Berman come teste di accusa contro "Tony" Hernandez. Il presidente, nei cui confronti ci sono state massicce dimostrazioni di oppositori che ne chiedevano le dimissioni, e' stato considerato da Washington un alleato nella lotta contro la droga per la sua collaborazione per smantellare i cartelli che operano in Honduras per (AGI) inviare cocaina negli Stati Uniti. Il presidente e' stato in questi giorni nella capitale Usa per partecipare a un incontro sulla droga presso la sede dell'Organizzazione degli Stati americani (OAS). Dopo l'incontro con il segretario generale Luis Almagro, Herna'ndez ha dichiarato che spera di firmare un documento con la Commissione interamericana per il controllo degli abusi di droga (Cicad) entro due settimane come parte della sua strategia antidroga.
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori