testata ADUC
 FILIPPINE - FILIPPINE - Guerra alla droga. Il presidente Duterte esalta gli omicidi
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
27 luglio 2021 13:19
 
Di fronte alla possibilità di un'indagine sulla sua sanguinosa guerra alla droga, il presidente Rodrigo Duterte ha schernito la Corte penale internazionale (ICC) durante il suo ultimo discorso sullo stato della nazione (SONA) lunedì 26 luglio, proferendo anche minacce contro coloro che vorrebbero “distruggere” il Paese con droghe illegali. “Non ho mai negato – e l'ICC può registrarlo – di aver detto ti ucciderò a quelli che distruggono il mio Paese, e a quelli che distruggono i giovani del mio paese. Io amo il mio paese", ha detto Duterte. Che ha speso una parte considerevole del suo SONA con vecchi argomenti e minacce sulla sua controversa campagna anti-droga, scagliandosi contro i suoi effetti negativi sulla società.
Ma a differenza dei SONA passati, l'ombra di una potenziale indagine della ICC incombe sul presidente, menzionato in un rapporto dell'ex procuratore della ICC Fatou Bensouda. Che ha affermato nel suo rapporto che chiede l'autorizzazione per un'indagine da parte della camera preprocessuale dell'ICC che "le uccisioni extragiudiziali, perpetrate nelle Filippine, sembrano essere state commesse in base a una politica ufficiale dello Stato del governo filippino". "La polizia e altri funzionari governativi hanno pianificato, ordinato e talvolta perpetrato direttamente omicidi extragiudiziali. Hanno pagato indennità agli agenti di polizia e ai vigilantes per le uccisioni extragiudiziali. Anche i funzionari statali ai più alti livelli di governo hanno parlato pubblicamente e ripetutamente a sostegno delle uccisioni extragiudiziali, ed hanno creato una cultura di impunità per coloro che li hanno commessi".
Ci sono "ragionevoli basi per credere che questo crimine contro l'umanità sia stato commesso almeno dal 1 luglio 2016 al 16 marzo 2019 nel contesto della campagna di ‘guerra alla droga’ del governo filippino", ha affermato Bensouda. Ci sono stati almeno 8.663 decessi correlati alla droga dall'inizio della campagna antidroga, in base ai dati di giugno 2020 dell'ufficio dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani. Ma i gruppi per i diritti umani affermano che il bilancio delle vittime della guerra alla droga potrebbe arrivare da 20.000 a 30.000 se vengono incluse le uccisioni extragiudiziali.
Durante il suo SONA di lunedì, Duterte ha ammesso che ci sarebbero stati omicidi nella sua guerra alla droga, ma perché farlo nel "modo legale" "avrebbe richiesto mesi e anni". Si è rifiutato di collaborare a qualsiasi indagine e ha detto di voler "schiaffeggiare" i giudici della ICC.
Duterte, nel suo discorso, ha continuato ad ordinare ai poliziotti di uccidere sospetti tossicodipendenti e spacciatori ed ha persino scherzato sul fatto che il senatore Ronald dela Rosa, il suo primo capo della polizia, avrebbe dovuto inseguire un ex poliziotto che è stato licenziato per aver presumibilmente portato dentro fucili AK-47 che presumibilmente sono finiti nelle mani dei comunisti armati. “Se li vedi andare in giro, gentilmente sparagli per ucciderli. E sarai accusato dalla Corte Penale Internazionale insieme a me, quindi qual è il problema con l'aggiunta di un altro filippino idiota che ha causato danni al Paese?" ha detto Duterte, suscitando le risatine di Bato. Duterte ha anche chiesto ai legislatori di dare la priorità a un disegno di legge che fornisca assistenza legale gratuita ai poliziotti e ai soldati accusati di abusi. Bensouda aveva affermato nel suo rapporto che "la pletora di dichiarazioni pubbliche fatte da Duterte e da altri funzionari del governo filippino che incoraggiano, sostengono e, in alcuni casi, esortano i funzionari pubblici a uccidere sospetti tossicodipendenti e spacciatori, indicano anche una politica statale per attaccare i civili".

(Rappler.com del 26/07/2021)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori