testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Legalizzazione cannabis. Emendamento alla manovra di +Europa. Inammissibile
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
28 novembre 2019 7:51
 
  Legalizzazione della cannabis a uso ricreativo. +Europa ripropone in commissione Bilancio al Senato una delle battaglie storiche dei Radicali e lo fa con un emendamento a firma Emma Bonino alla manovra, contenuto nel pacchetto delle nuove proposte "segnalate" dai gruppi e che saranno poste in votazione in commissione Bilancio. L'emendamento rende legale la coltivazione della cannabis e, in particolare, la detenzione di massimo 5 piante di "sesso femminile" e il loro prodotto (massimo 5 grammi all'aperto e 15 grammi nella propria abitazione). La proposta impone però il divieto di fumo nei luoghi pubblici, di lavoro sia pubblico che privato. Chiunque voglia coltivarla - si legge - dovrà comunicarlo all'ufficio regionale dei monopoli di Stato e sarà possibile farlo anche "in forma associata".
L'emendamento fissa il divieto di spaccio (non vengono puniti però i passaggi gratuiti di piccoli quantitativi) e apre all'applicazione del monopolio dello Stato, da cui verrà esclusa solo la produzione privata con massimo cinque piante. Come per le sigarette viene vietata la pubblicità con pesanti sanzioni da 5mila a 25mila euro. Infine, con la legalizzazione, l'emendamento Bonino prevede che parte delle risorse fiscali dovranno andare al Fondo per l'abbattimento della pressione fiscale: 8 milioni di euro nel 2020, 11,5 milioni dal 2021.
 Non passa il vaglio delle ammissibilità l'emendamento di +Europa alla legge di Bilancio sulla legalizzazione della cannabis. Il testo è stato dichiarato in ammissibile per carenza di coperture. 
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori