testata ADUC
 FILIPPINE - FILIPPINE - Lotta alla droga: Duterte si dichiara al di sopra della giurisdizione della Corte Penale Internazionale
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
10 febbraio 2018 11:25
 
Il presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, si è proclamato al di sopra della giurisdizione dell'inchiesta della Corte penale internazionale sulle migliaia di morti nella sua "lotta contro la droga", sostenendo che le leggi locali non proibiscono specificamente gli omicidi extragiudiziali. Con il suo solito discorso dai toni accesi, all'indomani dell'inchiesta preliminare per presunti crimini contro l'umanità annunciata dal tribunale dell'Aja, Duterte ha ribadito la precedente minaccia di ritirare il Paese dal Cpi. Il presidente, che ha supervisionato la cruente offensiva anti-droga da quando nel 2016 ha assunto il potere, ha ammesso che il precedente governo di Manila ratificò il trattato che istituiva la Cpi, ma ha chiarito che la ratifica non è stata tramutata in legge nazionale a causa di tecnicismi. "Non c'è nessuna dannata clausola sull'omicidio extra-giudiziale. Non è definito da nessuno parte quindi ora come potete accusarmi di un reato?", si è chiesto Duterte dalla città natale di Davao.
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori