testata ADUC
 AMERICHE - AMERICHE - Lotta alla droga. Trump lancia mega-operazione in America Latina
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
2 aprile 2020 12:02
 
Nonostante l'esercito americano sia profondamente colpito dalla pandemia di Covid-19, Donald Trump ha annunciato mercoledì 1 aprile che lancerà un'importante operazione di droga in America Latina. Il presidente americano intende quindi "proteggere il popolo americano dalla micidiale piaga delle droghe illegali", ha sottolineato aprendo la sua conferenza stampa quotidiana sulla lotta contro il coronavirus.
Il ministro della Difesa Mark Esper ha affermato che il presidente ha ordinato il trasferimento di ulteriori cacciatorpediniere, navi da combattimento e aerei di sorveglianza al comando meridionale dell'esercito americano, che copre il Sud America. "Queste forze aggiuntive quasi raddoppieranno la nostra capacità di condurre operazioni anti-droga nella regione", ha affermato il capo del Pentagono.
Venezuela nel mirino
L'obiettivo è chiaro: destabilizzare ulteriormente il potere venezuelano, ritenuto illegittimo da Washington dopo la contestata rielezione di Nicolas Maduro alla presidenza. "Attori corrotti come il regime illegittimo di Maduro in Venezuela dipendono dal traffico di droga per mantenere al potere il loro regime oppressivo", ha aggiunto il ministro della Difesa.
Il capo dello staff, il generale Mark Milley, ha avvertito che il coronavirus non impedirà agli Stati Uniti di difendersi con misure "aggressive" contro il traffico di droga. "Non passerai", ha detto. "Non è un buon momento per provare ad entrare negli Stati Uniti. Siamo l'esercito americano. Difenderemo il nostro Paese, qualunque sia il prezzo da pagare”.
Questo annuncio marziale arriva nel momento in cui l'esercito americano, fortemente coinvolto negli Stati Uniti nella lotta contro il Covid-19, è confinato nelle sue basi in tutto il mondo per proteggere i suoi ranghi dall'epidemia. Una portaerei a propulsione nucleare, la USS Theodore Roosevelt, è stata addirittura parzialmente evacuata a Guam, nel Pacifico, nel tentativo di arginare la contaminazione dilagante del coronavirus.
(AFP)
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori