testata ADUC
 MONDO - MONDO - Perché il té è meno eccitante quando viene infuso più a lungo
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
24 agosto 2019 18:15
 
Il tè contiene caffeina (nota anche come teina) ma di solito una tazza di tè è meno eccitante di una tazza di caffè. Non tutti i tè sono così ricchi di caffeina, anche se sia il tè nero che il tè verde contengono caffeina.
La caffeina viene rilasciata dalle foglie di tè ad alte temperature. Infondendo a lungo una bustina di tè in acqua calda, concentra sempre più caffeina, ma la bevanda non diventa più eccitante... Come spiegarlo?

La caffeina del tè viene estratta più velocemente dei tannini
Il tè contiene anche tannini che tendono a ridurre l'effetto della caffeina sul corpo. All'inizio dell'infusione, la caffeina viene estratta per prima, più velocemente dei tannini. È quindi in questo momento, nei primi due minuti di infusione, che il tè è più eccitante. Quindi, i tannini vengono rilasciati e anche se c'è un po' più di caffeina, l'effetto eccitante è meno importante. I tannini si associano alla caffeina, che riduce il suo effetto sul cervello.
Idealmente, se vuoi bere un tè per svegliarti, opta per una tazza infusa in meno di due minuti! E se vuoi evitare la caffeina, passa invece ad una tisana …

(articolo di Marie-Céline Ray, pubblicato su Futura-Santé del 24/08/2019)
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori