testata ADUC
 USA - USA - I pericoli cancerogeni delle sigarette elettroniche. Studio
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
17 settembre 2019 8:48
 
Nei liquidi delle Sigarette elettroniche si puo' trovare una potenziale sostanza cancerogena vietata come additivo alimentare. Questo e' quanto emerso da uno studio condotto dal Duke University Medical Center e pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine. Il prodotto chimico in questione, chiamato pulegone, e' contenuto nelle e-cig al mentolo e alla mente, ma anche nei prodotto del tabacco senza fumo. A causa delle sue proprieta' cancerogene, lo scorso anno la Food and Drug Administration (FDA) ha vietato il pulegone come additivo alimentare. Tuttavia, l'agenzia americana non regola la presenza della sostanza chimica nelle Sigarette elettroniche e nel tabacco senza fumo, che sono promosse come alternative piu' sicure alle Sigarette normali. "I nostri risultati suggeriscono che la FDA dovrebbe attuare misure per mitigare i rischi per la salute legati al pulegone prima di definire le Sigarette elettroniche al gusto di menta e mentolo e i prodotti del tabacco senza fumo come alternative per le persone che usano prodotti del tabacco combustibili", afferma Sven-Eric Jordt, autore principale dello studio. I ricercatori si sono interessati all'argomento perche' i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) hanno pubblicato studi che dimostrano che i liquidi di Sigarette elettroniche al gusto di menta e mentolo e i prodotti del tabacco senza fumo commercializzati negli Stati Uniti contengono notevoli quantita' di pulegone.
I due ricercatori hanno analizzato se diverse marche di Sigarette al mentolo regolari, tre marchi di Sigaretteelettroniche e un marchio di tabacco senza fumo contengano abbastanza pulegone da destare preoccupazione. Hanno confrontato le quantita' di pulegone riportate dal Cdc con i dati sul rischio di esposizione della Fda, cioe' i livelli ai quali sono stati riportati tumori correlati all'esposizione negli studi sugli animali. La loro analisi ha rilevato che i livelli delle Sigarette elettroniche e del tabacco senza fumo hanno superato i limiti. Le Sigarette al mentolo regolari, invece, contenevano livelli al di sotto delle soglie. "La nostra analisi suggerisce che i consumatori di Sigarette elettroniche al gusto di menta e mentolo e tabacco senza fumo sono esposti a livelli di pulegone piu' elevati di quelli che la Fda considera accettabili per l'assunzione negli alimenti e piu' alti rispetto ai fumatori di Sigarette al mentolo combustibili", dice Jordt. "L'industria del tabacco conosce da tempo i pericoli del pulegone e ha continuamente cercato di ridurre al minimo i suoi livelli negli aromi delle Sigarette al mentolo, quindi i livelli sono molto piu' bassi nelle Sigarette al mentolo rispetto alle Sigarette elettroniche", aggiunge. I produttori di Sigaretteelettroniche possono avere meno familiarita' con i pericoli e utilizzare ingredienti piu' economici per ridurre i costi. Una limitazione dello studio e' che i calcoli del rischio di esposizione della Fda si basano sull'esposizione orale in studi su animali. Questi rischi possono applicarsi all'esposizione orale attraverso il tabacco senza fumo ma possono differire dall'esposizione per inalazione attraverso il vapore di sigaretta elettronica. Non sono disponibili dati di tossicita' sull'esposizione per inalazione. Questo desta ancora maggiore preoccupazione perche' i tossicologi considerano il polmone piu' sensibile alle sostanze chimiche tossiche rispetto al tratto digestivo.
 
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori