testata ADUC
 USA - USA - Sigarette e svapo. Calo record per i giovani consumatori
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
27 settembre 2022 12:29
 
Record positivo per i fumatori in erba nel 2021: il numero di giovani e giovanissimi consumatori di tabacco e svapo registra il suo minimo storico. A riferirlo, e' un articolo pubblicato sull'Indipendent Word's Forum di Lindsey Stroud direttrice del consumer Center della Taxpayers Protection Alliance e membro del consiglio dell'American Vapor Manufacturers Association. Nel testo, Stroud da' anche una panoramica delle ultime ricerche in vista delle elezioni di novembre in cui gli elettori saranno chiamati a decidere se vietare o meno l'uso delle svapo e delle sigarette elettroniche. Secondo i dati del California Healthy Kids Survey (CHKS), nel 2021, solo l'1% degli alunni della classe di prima e terza media e il 2% di quelli di secondo liceo superiore hanno riferito di fumare o di aver fumato una sigaretta in "uno o piu' giorni" nei 30 giorni precedenti l'indagine. Inoltre, dal 2015, il consumo di sigarette combustibili e' diminuito del 50% tra gli studenti di prima media, del 75% tra quelli di terza media e del 71,4% tra gli studenti di secondo liceo o scuola superiore. Secondo il CHKS, il 2015 e' stato l'anno di punta per l'uso di sigarette elettroniche tra i giovani della California, con il 7% degli studenti di prima media, il 13% di terza media e il 14% di secondo liceo che ha riferito di aver utilizzato una sigaretta elettronica nei 30 giorni precedenti al sondaggio.

Nel 2021, solo il 2% degli studenti di prima media, il 6% di quelli di terza media e il 10% di quelli di secondo liceo hanno riferito l'uso attuale di sigarette elettroniche. Tra gli studenti di prima media, la svapo e' diminuita del 71% dal 2015, tra gli studenti di terza media del 53,8% e tra gli studenti di secondo liceo del 28,6%. I risultati sono molto rilevanti in vita delle elezioni di novembre in cui gli elettori decideranno se il Golden State vietera' la vendita al dettaglio di tabacco aromatizzato e prodotti a base di vapore, comprese le sigarette al mentolo. I responsabili politici dovrebbero diffidare di tali divieti, secondo gli esperti, poiche' in California hanno avuto effetti limitati sull'uso di sigarette elettroniche, ma, in modo allarmante, sono correlati all'aumento dell'uso di sigarette combustibili da parte dei giovani. Ad esempio, nel luglio 2018 a San Francisco e' entrato in vigore il divieto di tabacco aromatizzato e prodotti da vapore. Secondo i dati del CHKS, tra gli studenti di terza media e secondo liceo, tra i sondaggi 2015-2017 e 2017-2019, l'uso continuo di sigarette elettroniche e' diminuito del 19,4%, ma il consumo di combustibili e' diminuito solo dell'8,3%. Inoltre, l'attuale fumo di sigaretta e' aumentato del 20% e lo svapo e' aumentato del 133,3%. E' interessante notare che tra le indagini 2017-2019 e 2019-2021, l'uso continuo di prodotti a vapore e' aumentato del 52% mentre il fumo di sigaretta attuale e' diminuito del 66,7%. I risultati sono simili ai dati del Youth Risk Behaviour Survey del Centers for Disease Control and Prevention, che ha rilevato che tra tutti gli studenti delle scuole superiori di San Francisco, il consumo di sigarette e' aumentato dell'11,4% tra il 2017 e il 2019 e l'attuale consumo di sigarette e' aumentato del 38,9%. Come indicato dai sondaggi sui giovani - conclude la Stroud - e' improbabile che vietare tabacco aromatizzato e prodotti a base di vapore riduca l'uso di sigarette elettroniche da parte dei giovani e un divieto in tutto lo stato potrebbe portare ancora piu' giovani a utilizzare sigarette combustibili, molto piu' dannose.
(AGI)

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS