testata ADUC
Cinque modi per fare le tue vacanze sostenibili
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
15 settembre 2020 14:34
 
Il COVID-19 ha provocato la più grave interruzione per l'industria del turismo globale nei tempi moderni. E sebbene molti paesi abbiano ora riaperto ai visitatori dall'estero, è probabile che l'impatto economico si farà sentire per molti anni.
Prima della pandemia, era cresciuta la consapevolezza riguardo alla sostenibilità ambientale del turismo. Dal consumo eccessivo di risorse preziose all'impatto distruttivo sugli habitat naturali, il turismo può mettere a dura prova le comunità che vengono visitate.
Anche l'overtourism è stato evidenziato come un problema in molti luoghi. Le isole Galapagos, Machu Picchu, l'Everest, Maiorca, Barcellona e Venezia hanno tutte risentito degli effetti.
Nel frattempo, l'attivismo per il cambiamento climatico di Greta Thunberg ha aggiunto il termine "vergogna del volo" al nostro vocabolario. Il suo lavoro ha incoraggiato le compagnie aeree a impegnarsi nella piantagione di alberi o investire in parchi eolici per compensare le loro emissioni di carbonio e i viaggiatori a pensare prima di volare.
Mentre le restrizioni globali iniziano ad allentarsi, ora è un buon momento per pensare in modo radicale allo scopo del turismo e al modo in cui tutti viaggiamo. Questa è un'opportunità per resettare tutto ciò che sappiamo e non semplicemente tornare al lavoro come al solito.
Ovviamente, una delle difficoltà è che molti di noi sono abituati ad andare dove vogliono, quando vogliono, il che non è sostenibile. Ma alcune modifiche ai nostri piani di viaggio possono svolgere un ruolo chiave nel plasmare il futuro del settore dei viaggi.

Di seguito sono riportati cinque suggerimenti per aiutarti a viaggiare in modo più mirato.

1. Scegli con attenzione
Considera attentamente la destinazione desiderata ed evita i luoghi influenzati dall'overtourism. Visitare durante le stagioni non di punta probabilmente ti farà risparmiare denaro e migliorerà la tua esperienza complessiva e ti permetterà di saltare le code.
Vale anche la pena pensare a un diverso tipo di "vacanza" o esperienza di viaggio. Potresti fare il volontariato per una ONG locale o prendere in considerazione opportunità di viaggio che supportano gruppi emarginati, ad esempio.
2. Viaggia lentamente
Viaggia come Greta per ridurre al minimo il tuo impatto ambientale. Viaggia meno per più tempo, scambiando la quantità di esperienze con la qualità. Invece di fare tre lunghi fine settimana separati, perché non fare solo una vacanza di due settimane?
Il viaggio lento è un modo di pensare. Invece di cercare foto per Instagram e cercare di inserire quante più attrazioni possibili nel tuo viaggio, lascia il telefono a casa ed esplora ogni destinazione al tuo ritmo.
Tenendo presente la sostenibilità, vale anche la pena considerare le opportunità che ti consentono di sperimentare lentamente una determinata città, paese o regione sostenendo i progetti locali. Prova un tour a piedi che supporti la gente del posto precedentemente emarginata o noleggia una bicicletta con uno scopo e aiuta a finanziare programmi educativi per studenti locali.

3. Pianifica le spese
Ovunque tu vada, assicurati di cercare iniziative locali tra cui guide locali e fornitori di alloggi locali. Ciò assicurerà che i tuoi soldi vadano direttamente alle persone che trarranno beneficio dal tuo supporto.
Siti come Good Travel elencano le aziende che danno la priorità all'azione ambientale e supportano le comunità locali. Puoi anche trovare informazioni sui prodotti di produzione locale venduti presso aziende locali che impiegano persone locali. Questo aiuta a garantire che gli impatti positivi rimangano nella comunità.
E se stai pensando di andare in Africa, il turismo del commercio equo e solidale è anche una grande risorsa per conoscere le imprese riconosciute per la promozione di pratiche responsabili. Le attività certificate vanno da eco-lodge, resort, safari, centri educativi, tour di township, mazze da golf e crociere, quindi ci sono molte opzioni diverse tra cui scegliere.

4. Mangia come una persona del luogo
Il cibo rappresenta oltre un quarto delle emissioni globali di gas a effetto serra, quindi è al centro della lotta ai cambiamenti climatici, della riduzione dello stress idrico, dell'inquinamento e del ripristino del suolo.
Esistono molti modi per ridurre al minimo le miglia alimentari durante il viaggio. Per cominciare, evita di mangiare nelle catene di ristoranti e cerca invece di mangiare come una persona del luogo. Visita mercati, quartieri locali o venditori locali per le tue esigenze gastronomiche.
Potresti anche dare un'occhiata a un tour gastronomico o un host di condivisione dei pasti. Travelling Spoon ha tutta una serie di lezioni di cucina online e di persona con gente del posto da tutto il mondo. Mangiare localmente sostiene i lavori locali e può anche insegnarti nuove cucine.

5. Immergiti
Un tipo di viaggio coinvolgente dà la priorità alle persone rispetto ai luoghi ed evita gli spazi sovraffollati. Ciò ti consente di stabilire connessioni reali e può anche aiutarti a ottenere informazioni sulle tradizioni, le culture e la storia locali. Ad esempio, potresti fare trekking con una guida locale, iscriverti a un corso di lingua o partecipare a un festival o un evento locale.
In definitiva, la pandemia ha rappresentato un'opportunità per ripensare e agire in modo radicale e considerare davvero lo scopo reale del turismo. Questo non è solo importante dal punto di vista ambientale, ma è più probabile che viaggiare in modo più mirato aiuti a sostenere le persone locali nelle comunità che visiti. E aiuta anche a contribuire a un futuro in cui il turismo sia meno dannoso per le persone, i luoghi e il pianeta.

(articolo di Brendan Paddison - Senior Lecturer in Business and Management, York St John University – e Karla Boluk - Associate Professor in Department of Recreation and Leisure Studies, University of Waterloo – pubblicato su The Conversation del 14/09/2020)

 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori