testata ADUC
Bernardo Caprotti. In memoria
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
6 ottobre 2016 11:50
 
  E' morto Bernardo Caprotti (1925-2016), imprenditore. Basterebbe questa attribuzione per elogiarne le doti in un Paese dove gli imprenditori sono merce rara. Il Comune di Milano gli ha attribuito l'Ambrogino d'oro (massima onorificenza) e forse gli dedichera' una strada. E' stato il patron di Esseleunga, una catena di supermercati. Nel 1996 patteggia una condanna per tangenti. Scrive un libro, "Falce e carrello" sul contrasto con le Coop, protette da un sistema di potere che considerava investimento sociale quello delle Coop. Storica e' stata la sua battaglia contro le Regioni e i Comuni che utilizzavano la pianificazione urbanistica "interpretata": per ottenere l'autorizzazione ad aprire un supermercato Esselunga a Firenze dovette aspettare ben 43 anni. E' stato un precursore delle aperture domenicali, facendo i suoi interessi e quelli dei consumatori.
Nel 2010 riceve la laurea honoris causa in architettura dall'universita' La Sapienza di Roma.
Piu' degli ambrogini, crediamo che a Caprotti avrebbe fatto piacere avere una effettiva legge sulla concorrenza che, purtroppo, e' bloccata da due anni in Parlamento dalle solite corporazioni che ha combattuto per tutta la vita. 
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori