testata ADUC
DISATTIVARE IL 144? UN BUON AFFARE
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
28 febbraio 1996 0:00
 

Roma, 28 febbraio 1996. Disattivare il 144 risultera' un buon affare per i venditori di materiale pornografico e simili. E' quanto ha dichiarato Primo Mastrantoni, segretario nazionale dell'Aduc, sostenendo che si attivera' un mercato sicuro e prosperoso.
Dopo una prima fase di incertezza, molti utenti chiederanno l'attivazione della linea "calda", e tutto cio' sara' un mercato interessante. I cittadini che hanno fatto domanda vedranno recapitarsi a casa offerte di acquisto a libri, riviste, videocassette, strumenti erotici, biancheria intima, etc... Un mercato di potenziali clienti ben individuato e disposto all'acquisto. Tutto cio' anche in considerazione del atto che le banche dati non sono regolamentate e quindi disponibili per un'industria che non e' mai morta.
Fantasticherie? No, perche' altrimenti si sarebbe scelta un'altra strada, quella piu' semplice, della richiesta di disattivazione all'accesso, meccanismo esattamente opposto a quello previsto dalla attuale regolamentazione. L'utente che non vuole il 144 avrebbe potuto fare domanda per non accedere al servizio, bloccando cosi' frodi e problemi con i minori; ma in questo caso il mercato da sfruttare per le vendite particolari sarebbe indeterminato e con rischi di impresa maggiori.
Un bel risultato, non c'e' che dire!


Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori