testata ADUC
Easy Download. Pratica commerciale scorretta e ingannevole? Denuncia all'Antitrust
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Emmanuela Bertucci
9 giugno 2010 14:53
 
 Negli ultimi mesi abbia ricevuto moltissime lettere di utenti che dopo aver scaricato da Internet software gratuito, si son visti ingiungere il pagamento di una quota associativa da parte di una societa' tedesca che gestisce il sito internet http://www.easy-download.info/
I nostri consigli a questo link.
La homepage del sito spiega che il servizio commercializzato consiste nella possibilita' di scaricare programmi (molti dei quali di per se' gratuiti). Per accedere ai servizi di download l'utente deve registrarsi al sito e diventarne socio, accettando di pagare per un anno di servizio una somma pari a euro 96,00. Ma gli utenti che arrivano al sito tramite una ricerca su Google di software gratuito non transitano dalla homepage e vengono reindirizzati direttamente alla pagina di registrazione, decisamente meno chiara della homepage. La societa' che gestisce il sito ha infatti acquistato da Google il servizio Adwords, che consente di far apparire il proprio link al primo posto dei risultati di ricerca; accade dunque che cercando ad esempio su Google il software VLC Media Player il primo risultato conduca, tramite una pagina ponte, proprio alla pagina di registrazione del sito Easydownload.
L'utente, che sa bene che il software e' gratuito si registra senza prestare troppa attenzione al sito nel quale e' finito, immaginando che sia una registrazione gratuita (come avviene spesso per molti siti che consentono di scaricare materiale gratuitamente). La grafica della pagina non aiuta: il modulo per la registrazione e' ben evidenziato in rosso, con caratteri di scrittura neri, mentre il resto della pagina e' scritto grigio chiaro su bianco, quasi a voler suggerire la minor rilevanza delle informazioni, in carattere piu' piccolo rispetto al corpo della registrazione. Si registra, scarica il programma, e solo quando e' ormai passato il termine per esercitare il diritto di recesso ci si vede arrivare un sollecito di pagamento:

“Gentile signore, la ringraziamo per l'iscrizione a pagamento effettuata da http://www.easydownload.info/register/4. Non avendo fatto ricorso al diritto di recesso di 10 giorni, siamo lieti di poterla annoverare tra i nostri clienti per il portale di download premium www.easy-download.info. [...]
Ai fini della preparazione e dello svolgimento dei nostri servizi ci permettiamo di inserire in fattura le tariffe di utilizzo concordatesulla base del seguente prospetto:
---------------------------------------------------------------------------
Accesso per 12 mesi a easy-download.info - 96,00 EUR
Periodo di validità: 02/05/2010 - 02/05/2011, pagamento secondo le condizioni commerciali dell'anno precedente.
---------------------------------------------------------------------------
Importo dovuto 96,00 EUR


E' quindi solo al ricevimento di questa mail che l'utente comprende di aver sottoscritto un contratto. La pratica commerciale e' a nostro avviso ingannevole e scorretta, poiche' l'utente non si aspetta certo di dover pagare per scaricare un programma gratuito, ne' sceglie di andare sul sito Easydownload ma ci viene condotta da una pagina ponte “tranquillizzante” e a volte capace di ingenerare confusione (la pagina ponte relativa al famoso software Adobe Acrobat reader ha gli stessi colori del sito ufficiale di Acrobat).
Per questo motivo oggi abbiamo inviato una formale denuncia all'Antitrust, affinche' sia aperto un procedimento per pratica commerciale scorretta e siano presi tutti gli opportuni provvedimenti del caso chiedendo, nel caso di condanna e successiva emissione di sanzione amministrativa, che gli importi di quest'ultima siano piu' consistenti.

A questo link il testo della denuncia
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori