testata ADUC
Governo. Reddito di cittadinanza, imponibile e consumi
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
12 giugno 2018 12:50
 
  Dovrebbe costare sui 17 miliardi annui, secondo il M5S, o 35 miliardi annui secondo il presidente dell'Inps, Tito Boeri. Parliamo del reddito di cittadinanza, che, come abbiamo spesso scritto, tale non è, ma e' una indennità di disoccupazione. Comunque 780 euro netti al mese sono una cifra che, unita ad un lavoro in nero, costituisce una discreta rendita.
L'occasione ci è fornita da uno studio dell'Università della Tuscia (Viterbo), che dimostra come, nel nostro Paese, si spenda più di quanto si guadagni. 
Rispetto ad un imponibile di circa 687 miliardi, i consumi, cioè le spese, ammontano a circa 787 miliardi. Ci sono circa 100 miliardi di spesa che lasciano un punto interrogativo. Provengono da evasione fiscale? Non è certo, ma il dubbio è rilevante e, guarda caso, le regioni del sud, sono in testa alla classifica per il divario: Campania, Puglia, Molise e Sardegna. Il che fa sorgere un altro punto interrogativo: la povertà, che c'è s'intende, è veramente così diffusa nel Meridione o è parimenti diffuso il lavoro nero? Ricordiamo che i nullatenenti nel sud sono scesi, dal 90% al 20%, dopo che dall'autodichiarazione si è passati alla verifica oggettiva (sovrapposizione di dati). 
Insomma, non vorremmo che l'operazione "reddito di cittadinanza" si trasformasse nell'ennesima beffa a danno del denaro pubblico, cioè del contribuente.
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori