testata ADUC
MUCCA PAZZA: L'ADUC SCRIVE A MAJOR
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
22 maggio 1996 0:00
 

Roma, 22 maggio 1996.Nel caso della mucca pazza, il primo ministro britannico Major, si e' comportato come alcuni industriali italiani: i guadagni sono suoi, le perdite della comunita', all'insegna dei profitti britannici e dei costi europei.
Il presidente dell'Aduc, Vincenzo Donvito, ha scritto una lettera la primo ministro John Major, sostenendo che e' la gran Bretagna a dover risarcire i Paesi dell'Unione Europea per il danno subito.
Nella lettera si scrive che "gli allevatori britannici hanno nutrito il proprio bestiame con mangimi infetti, prodotti con carcasse di montoni anch'essi malati e non trattati adeguatamente; quei mangimi sono fuorilegge in altri Paesi, tra cui l'Italia. E' dilagata perche' le misure sanitarie disposte non sono state ne' tempestive ne' adeguate, anzi e' stata messa a tacere la voce di scienziati che invitavano alla cautela. Mi permetto di chiederLe perche' mai i danni di una malattia inglese, provocata da mangimi inglesi, propagata grazie agli interessi di allevatori inglesi e alla cialtroneria delle autorita' sanitarie inglesi, devono essere pagati con soldi europei e quindi anche italiani. Resto in attesa di sapere con quante sterline intende ripagare i danni sanitari provocati ai cittadini europei e i danni economici causati all'industria zootecnica europea".
La lettera chiude con la richiesta di pagare in contanti e non in natura, cioe' in bistecche, vista la scarsa affidabilita' del prodotto.


Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori