testata ADUC
Publiacqua e distacchi illeciti. Tar conferma Antitrust: 2 milioni di multa. La legge è uguale per tutti
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
21 luglio 2021 10:47
 
  Publiacqua non può fare di testa sua, deve rispettare la legge. E’ quanto ha sentenziato il Tar del Lazio con sentenza (007720/2021 – 1) confermando che la società monopolista del servizio idrico nelle province di Firenze, Prato, Pistoia ed Arezzo deve pagare la multa di 2 milioni di euro inflittale dall’Antitrust (27812/2019) per aver violato il codice del consumo (art.24-25, pratica commerciale aggressiva).

Publiacqua, nel caso specifico (che, per chi segue il suo servizio, è tutt’altro che isolato) ha l’abitudine, per le utenze condominiali, di comunicare distacchi del servizio (e di metterli in atto) quando c’è un condomino che non paga e tutti gli altri che hanno già pagato. La legge (230/12) è chiara: prima di staccare il servizio, il gestore deve tentare l’escussione del credito ai singoli morosi, e in mancanza di soddisfazione può rivolgersi al condominio. Ma Publiacqua, col cosiddetto cassettinaggio (avviso in cassetta a tutti i condòmini), saltando questo passaggio della legge aveva minacciato l’interruzione del servizio a tutto il condomìnio.

Il Tar Lazio, a cui Publiacqua si era rivolta contestando la pronuncia Antitrust, ha invece valutato come “indebito condizionamento la pratica del cassettinaggio rivolta a tutti i condòmini”.

La legge, quindi, è uguale per tutti. Anche per Publiacqua. Anche se questa Spa risponde ad anomalie diffuse per le aziende che erogano servizi di pubblica utilità: 60% azioni dei Comuni che fruiscono dei suoi servizi (2); controllata dai suoi stessi azionisti, alla faccia di trasparenza, equità e giustizia.


1 - https://www.giustizia-amministrativa.it/web/guest/dcsnprr?p_p_id=GaSearch_INSTANCE_2NDgCF3zWBwk&p_p_state=normal&p_p_mode=view&_GaSearch_INSTANCE_2NDgCF3zWBwk_javax.portlet.action=searchProvvedimenti&p_auth=KCgb9D10&p_p_lifecycle=0
2 - https://www.publiacqua.it/chi-siamo
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori