testata ADUC
VACCHE PAZZE E ORMONI AMERICANI
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
25 marzo 1996 0:00
 


DOPO LA CARNE DELLE VACCHE PAZZE INGLESI ORA QUELLA AGLI ORMONI AMERICANE.
DOMANI LA RIUNIONE DEL WTO

Roma, 25 marzo 1996. Dopo la carne BSE dalla Gran Bretagna, ora l'Europa corre il rischio di importare carne agli ormoni, americana.
L'allarme lanciato tre anni fa dalla nostra associazione, e' caduto nel vuoto con gli effetti sanitari ed economici sotto gli occhi di tutti, si ripropone per la carne agli ormoni americana. Domani, a Ginevra, il World Trade Organization avviera' il "processo", su ricorso degli americani, che hanno sollecitato l'arbitrato contro la decisione della Comunita' europea di bloccare le importazioni di carne agli ormoni. Ribadiamo la nostra opposizione alla produzione e consumo di carne agli ormoni; non si capisce infatti perche' i consumatori devono consumare carne trattata con prodotti dei quali, tra venti anni, si scopriranno gli effetti negativi. Gli ormoni infatti sono messaggeri chimici che modificano il funzionamento delle cellule. E' difficile stabilire cosa puo' essere trasmesso all'uomo! I consumatori non sono dei topi da laboratorio, la cui vita in media dura due anni. D'altra parte, rischiare per far guadagnare i produttori di carne, non ci sollecita piu' di tanto -dichiara Primo Mastrantoni segretario nazionale dell'Aduc.


Pubblicato in:
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori