testata ADUC
 USA - USA - Autorizzato il primo farmaco anti-suicidio. Rivoluzione o truffa?
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
8 agosto 2020 11:07
 
L'autorità sanitaria americana (FDA) ha appena autorizzato il primo spray nasale contro l'idea di suicidarsi. Chiamato SPRAVATO®, è commercializzato dalla società Janssen, una filiale del colosso farmaceutico Johnson & Johnson. Questo medicinale a base di esketamina è un cugino chimico stretto della ketamina, un anestetico usato come farmaco psicotropo.

A differenza degli antidepressivi convenzionali, agisce sul sistema del glutammato piuttosto che sulla serotonina o sulla norepinefrina. Il suo principale vantaggio è che agisce in modo estremamente rapido; gli effetti antidepressivi si avvertono entro 24 ore dall'assunzione, rispetto alle tre o quattro settimane degli antidepressivi convenzionali.

Nonostante nessuno studio scientifico abbia dimostrato alcuna efficacia dello spray nella prevenzione del suicidio, la FDA è stata apparentemente convinta da questa rapidità di azione per impedire un passaggio al suiidicio, oltre che dalle sperimentazioni cliniche effettuate dalla Janssen. Lo spray, già autorizzato dal 2019 per la depressione resistente alle cure, vede ora estesa la sua indicazione alla prevenzione del suicidio, che rappresenta una grande novità nel campo della psichiatria.

L'anno scorso, Donald Trump ha persino elogiato i suoi meriti, arrivando a offrirsi di "acquistare interi camion" per prevenire il rischio di suicidio tra i veterani. Tre psichiatri avevano però accusato SPRAVATO® di essere "una truffa" sul sito Vice.com. A 900 dollari la dose, il farmaco non sarebbe più efficace di un placebo in due dei tre studi clinici e sarebbe solo una "macchina del profitto" per Johnson & Johnson.

(articolo di Céline Deluzarche, pubblicato su Futura-Santé del 07/08/2020)


 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori