testata ADUC
 CANADA - CANADA - Cannabis legale. Consumare in luogo pubblico? Ok dal 61%
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
18 gennaio 2023 12:38
 
In primavera (dal 6 aprile al 9 maggio 2022) il governo della Columbia Britannica ha lanciato un sondaggio pubblico per trstare la disponiblità delle persone a consentire il consumo di cannabis ricreativa in luoghi pubblici, spesso indicati come riforma dell'uso sociale.

La riforma dell'uso sociale significa consentire alle persone di consumare cannabis ricreativa in un ambiente semi-pubblico come in una lounge, un club, un altro tipo di attività e/o un evento. È un concetto ovviamente molto comune con il consumo di alcol, ma a causa dello stigma, attualmente non è comune con la cannabis.

Un riepilogo del feedback del pubblico è ora disponibile online tramite un rapporto del governo "quello che abbiamo sentito".

"La salute e la sicurezza sono le nostre massime priorità mentre consideriamo come potrebbero evolversi le politiche provinciali sulla cannabis", ha affermato Mike Farnworth, ministro della pubblica sicurezza e procuratore generale, in un comunicato stampa. "Questo rapporto fornisce preziose informazioni sulle persone nelle prospettive della BC sulla cannabis e contribuirà a guidare il nostro lavoro per sostenere un settore della cannabis legale forte, diversificato e sicuro in tutta la provincia".

“Esplorare la fattibilità degli spazi per il consumo di cannabis è un altro modo in cui B.C. sta lavorando per sostenere il successo del settore", ha affermato Brittny Anderson, segretario parlamentare per il turismo. “ Sono passi pratici la recente introduzione di una licenza per la vendita nei luoghi di produzione, sondare l'opinione pubblica sulle attività di ospitalità e agriturismo legate alla cannabis è un passo successivo. Il feedback in questo rapporto giocherà un ruolo importante nello sviluppo delle politiche provinciali”.

Settecentotrenta persone hanno inviato un feedback tramite un sondaggio telefonico, 15.362 intervistati hanno completato un sondaggio online e 66 persone/entità hanno inviato un feedback in forma scritta.

“Complessivamente, il 61% degli intervistati telefonici e il 34% degli intervistati online hanno sostenuto gli spazi per il consumo di cannabis. Le differenze tra i risultati dei sondaggi telefonici e online possono essere in parte dovute ai metodi di ricerca utilizzati, con il sondaggio online a maggior rischio di bias di autoselezione (vale a dire, la partecipazione di persone che si sentono fortemente a favore o contro) mentre al telefono gli intervistati sono stati selezionati tramite campionamento casuale.  

“Inoltre, tra coloro che fanno uso di cannabis, anche quelli di età compresa tra i 19 e i 44 anni erano più interessati a visitare gli spazi di consumo (81% online, 62% al telefono) rispetto a quelli tra i 45 e i 64 anni (72% online, 41% al telefono) e quelli di 65 anni + (59% online, 38% telefono).” 

(ICBC - International Cannabis Business Conference del 15/01/2023)

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
Pubblicato in:
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS